La polizia porta le uova di Pasqua ai bambini negli ospedali e nelle scuole

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Se è vero che ci si sente meglio a donare più che a ricevere, quando lo si fa nei confronti di bimbi ricoverati, il "fattore di benessere" è ancor più consistente e duraturo.     
Ancora una volta la Polizia di Stato lo ha sperimentato, decidendo di far dono dei tipici dolci pasquali, che tanto piacciono a piccini e adulti, ai bambini dei reparti di degenza pediatrica del Civico e dell’azienda ospedaliera Villa Sofia-Cervello, oltre che ai giovanissimi studenti dell’Istituto comprensivo Nuccio dell’Albergheria.

Circa 600 confezioni di uova di Pasqua sono state già consegnate agli indirizzi dei due enti ospedalieri e dell’istituto scolastico per essere recapitati ai piccoli che non potranno trascorrere questi giorni di festa a casa, con le loro famiglie. Ai poliziotti della Questura di Palermo ed al loro capo, il Questore Leopoldo Laricchia, sarebbe piaciuto poterle consegnare di persona e far sentire ad ogni singolo bimbo il calore dell’abbraccio di una Istituzione che, ogni giorno, lavora per la loro sicurezza, tanto quanto medici ed insegnanti lo fanno per la loro salute e la loro educazione. Le limitazioni imposte dal Covid hanno sconsigliato di farlo.

Tuttavia, nel corso di una sobria cerimonia nel chiostro della Questura, il Dr. Laricchia, con il dirigente del Compartimento della Polizia Postale dott. Solimene, ha voluto comunque incontrare il Direttore Generale dell’Ospedale Civico, Dr. Colletti, il dott. Tommaso Mannone, delegato per l’occasione dal Direttore Generale dell’azienda Villa Sofia-Cervello Walter Messina ed il Preside della scuola Nuccio.

Il Questore ha quindi raccomandato loro di portare i saluti di tutti i poliziotti palermitani ai bambini ricoverati e a quelli che ogni giorno si impegnano a scuola pur tra le mille difficoltà che vivono le loro famiglie. Analoghe iniziative a quella palermitana sono state realizzate anche a Roma, Napoli, Genova e Firenze dalla Polizia di Stato che, anche ai bimbi ricoverati nelle principali strutture pediatriche di quelle città, ha voluto donare dolci pasquali.

Torna su
PalermoToday è in caricamento