Venerdì, 6 Agosto 2021
Cronaca

I Rotary donano alla Missione di Biagio Conte tonnellate di concimi e sementi

L'obiettivo è potenziare la produzione agricola e casearia del fondo agricolo donato in comodato d’uso gratuito dalla Curia di Monreale alla Missione. Don Pino Vitrano: "I prodotti saranno utilizzati per la preparazione dei pasti"

I Rotary donano alla Missione di Speranza e Carità di Biagio Conte 11 mila chili di sementi, 15 mila chili di concimi, 13 litri di diserbante e una vasca refrigerante per la conservazione del latte della capacità di 600 litri. L'obiettivo è potenziare la produzione agricola e casearia del fondo agricolo - di circa 100 ettari - adiacente al Santuario di Tagliavia, nel territorio di Monreale, donato in comodato d’uso gratuito alla Missione dalla Curia di Monreale. “I prodotti derivati dalla coltivazione del fondo e dall’allevamento di ovini e bovini - dice Don Pino Vitrano, sacerdote della Missione - saranno utilizzati dalla mensa della Missione di Biagio Conte, per la preparazione dei pasti destinati ai 'fratelli ultimi'”.

Il progetto Tagliavia, realizzato grazie anche al contributo della Rotary Foundation e del Distretto 2110, è stato presentato questa mattina nella sede della Missione, alla presenza del governatore del Distretto Rotary 2110 Giombattista Sallemi, dell’assessore alla Cittadinanza solidale Giuseppe Mattina, del rettore dell’Università degli Studi di Palermo Fabrizio Micari e di Don Pino Vitrano, responsabile della Missione Speranza e Carità. Parte integrante del progetto l'istituzione di un corso di formazione sulla caseificazione, rivolto al personale volontario multietnico della Missione al termine del quale sarà consegnato loro un attestato di qualifica.

Attualmente il fondo è coltivato dai volontari della Missione che allevano anche un esiguo contingente di bovini e ovini, dono di benefattori locali. Il fondo tende a produrre grano duro, che viene molito presso i locali della Missione per produrre pane e pasta da utilizzare nella preparazione dei pasti destinati ai disagiati. Naturalmente la produzione riesce a coprire solo in piccola parte il grande fabbisogno della Missione.

In rotazione con il grano, per conservare e aumentare la fertilità del terreno e anche per il fabbisogno di ceci e lenticchie, si coltivano leguminose da granella, piante ortive (cipolle, patate, pomodoro ecc.). Alcune leguminose (sulla, veccia, trifoglio alessandrino) si utilizzano per la formazione di erbai o prati per il pascolo del bestiame.

Attraverso la consulenza gratuita di specialisti e tecnici rotaryani della Facoltà di Agraria di Palermo e dell’assessorato all’Agricoltura si favorirà la razionalizzazione della tecnica colturale per aumentare la qualità e la quantità delle produzioni aziendali, visto lo scopo umanitario cui sono destinate.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Rotary donano alla Missione di Biagio Conte tonnellate di concimi e sementi

PalermoToday è in caricamento