Lunedì, 14 Giugno 2021
Nella foto da sinistra: Sergio Emmanuele, Stefania Vara, Giovanni Albano, Giuseppe Cantone, Carmelo Di Giorgio, Benedetto Benigno e Santo Caracappa con lo strumentario donato
Cronaca

Fondazione Giglio dona strumentario chirurgico all'ospedale veterinario universitario di Messina

L’iniziativa è stata sostenuta anche dal Distretto Rotary 2110 Sicilia-Malta 

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

E’ stato donato dalla Fondazione Giglio di Cefalù all’Ospedale veterinario universitario didattico di Messina lo strumentario di sala operatoria, dismesso, per interventi in video laparoscopia e chirurgia open. La consegna dello strumentario è avvenuta, quest’oggi, nel corso di un incontro tra il presidente della Fondazione Giglio, Giovanni Albano, il coordinatore dell’ospedale veterinario (Ovud), Santo Caracappa, e il direttore sanitario dello stesso ospedale, Giuseppe Cantone.

“E’ un atto di collaborazione istituzionale – ha detto Albano - tra la nostra Fondazione e l’ospedale veterinario di cui conosciamo il valore dell’attività nell’ambito della formazione e della ricerca”. Il professore Caracappa, ringraziando il Giglio per la sensibilità mostrata, ha sottolineato che “l’approccio alla medicina deve oggi essere 'one health' ovvero una sola e a 360 gradi guardando alla formazione, alla ricerca e alla medicina traslazionale”.

L’iniziativa è stata sostenuta anche dal Distretto Rotary 2110 Sicilia-Malta presente all’incontro con Carmelo Di Giorgio nella doppia veste di responsabile della farmacia del Giglio e di rappresentate del club Rotary Palermo Mediterranea. La consegna dello strumentario chirurgico è stata curata dai coordinatori infermieristici Sergio Emmanuele, Benedetto Benigno, e dalla responsabile Stefania Vara.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondazione Giglio dona strumentario chirurgico all'ospedale veterinario universitario di Messina

PalermoToday è in caricamento