Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Ai domiciliari, esce per fumare una sigaretta sotto casa: arrestato

I carabinieri di Monreale hanno pizzicato un detenuto di 31 anni, durante un servizio di controllo. Era appoggiato al portone d'ingresso del suo condominio in compagnia di un amico: "Volevo prendere un po' d'aria", ha detto ai militari

G.B., l'uomo arrestato

A tradirlo è stata una sigaretta. Un "peccato" che G.B., un uomo di 31 anni, pagherà caro. I carabinieri di Monreale lo hanno arrestato, durante un servizio di controllo delle persone sottoposte agli arresti domiciliari, perché lo hanno sorpreso mentre si trovava appoggiato al portone d’ingresso del suo condominio. Il detenuto, sottoposto ai domiciliari per furto aggravato, stava fumando una sigaretta in compagnia di un amico.

Alle domande dei carabinieri non è riuscito a fornire alcuna giustificazione valida. "Sono uscito solo per fumare una sigaretta e prendere un po’ d’aria", ha detto ai militari, ammettendo comunque di avere sbagliato e riconoscendo che tecnicamente non potrebbe allontanarsi dalla sua abitazione (al primo piano). Ma non è la prima volta che succede: infatti solo una settimana fa i carabinieri lo avevano sorpreso e arrestato per lo stesso motivo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ai domiciliari, esce per fumare una sigaretta sotto casa: arrestato

PalermoToday è in caricamento