Cronaca

Emergenza abitativa, oltre 13 mila domande per avere una casa popolare

I dati sono stati resi noti dal neo segretario del Sunia Palermo, Zaher Darwish. Nel capoluogo siciliano sono 1.435 i senza casa ammessi nella graduatoria del 3 giugno 2015 per l'emergenza abitativa del comune di Palermo mentre sono 350 le persone che hanno occupato abusivamente edifici e spazi pubblici abbandonati

Foto archivio

Sono 905 le famiglie inserite nella graduatoria per l'assegnazione delle case popolari a Palermo. L'ultimo elenco risale al 2005 e comprende 647 famiglie di immigrati e 338 palermitane. Nel capoluogo siciliano sono 1.435 i senza casa ammessi nella graduatoria del 3 giugno 2015 per l'emergenza abitativa del comune di Palermo mentre sono 350 le persone che hanno occupato abusivamente edifici e spazi pubblici abbandonati. I dati sono stati resi noti dal neo segretario del Sunia Palermo, Zaher Darwish. Complessivamente, in tutta l'Isola, sono 35mila le domande giacenti per l'assegnazione di case popolari, di cui almeno 13mila a Palermo, 12mila a Catania e 2500 a Messina.

"Il tema della casa, a lungo trascurato, deve tornare al centro dell'attenzione delle amministrazioni pubbliche e della politica - sottolinea Darwish - Su questo diritto fondamentale della Costituzione italiana si interviene in maniera solo emergenziale mentre il tema della casa è connesso a questioni fondamentali per la costruzione di una civiltà moderna, a partire dal corretto utilizzo dei luoghi pubblici, alla riqualificazione delle aree urbane, all'utilizzo di materiali nuovi per l'edilizia, al rispetto dell'ambiente".

Secondo i dati forniti dal sindacato, a Palermo avviene uno sfratto ogni 353 famiglie: quelli per morosità sono ormai l'88% e di questi più del 60% sono dovuti a morosità incolpevole, cioè collegata a una diminuzione significativa del reddito in seguito alla perdita del posto di lavoro del capofamiglia. "I fondi per la morosità incolpevole sono uno tra i settori importanti da esplorare che riguardano l'emergenza abitativa - aggiunge il segretario del Sunia Palermo - Per la provincia di Palermo si calcola un elenco di oltre 1700 famiglie morose, impossibilitate a pagare il canone di affitto e che hanno ricevuto lo sfratto nel 2013, che potranno fare richiesta di questi contributi".

Ma i numeri sono in aumento. "Nel periodo gennaio-luglio 2014 il numero degli sfratti è arrivato a 1.832, almeno 110 unità in più rispetto all'anno prima - aggiunge - e finora all'aumento degli sfratti non è corrisposto un aumento delle risorse disponibili per l'emergenza casa". Una situazione che insieme "all'assenza delle amministrazioni locali e di interventi idonei, ha creato un terreno fertile affinché la gente bisognosa trovi nell'occupazione di spazi pubblici e privati una soluzione. Bisogna - conclude Darwish - intervenire riportando al centro del confronto le politiche abitative".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza abitativa, oltre 13 mila domande per avere una casa popolare

PalermoToday è in caricamento