rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Cronaca Capaci

Niente alcol dalle 23 e stop musica nei locali dopo la mezzanotte: Capaci e Isola mettono un freno alla movida

I sindaci Puccio e Nevoloso hanno firmato le ordinanze che introducono i divieti. Disposta anche la chiusura dei pubblici esercizi e delle attività di somministrazione all'1 durante la settimana, e alle 2 il sabato e nei giorni prefestivi. Multe fino a 5 mila euro per chi violerà le regole

Vietato vendere e consumare superalcolici oltre le 23, vendere qualsiasi bevanda in contenitori di vetro o lattina, dalle 20 alle 6, e niente musica dopo le 24 nei locali. Sono solo alcune delle restrizioni introdotte nelle due ordinanze firmate dai sindaci di Capaci e Isola, Pietro Puccio e Orazio Nevoloso, per mettere un freno alla movida selvaggia, entrate in vigore sabato scorso e valide fino al 25 luglio. "La movida a tutti i costi - dichiarano i primi cittadini in una nota che porta la firma di entrambi - non la riteniamo un modello di sviluppo turistico sostenibile per i nostri paesi sia in termini economici, per i servizi che riusciamo a garantire, sia in termini sociali, per la tenuta dell’ordine pubblico e della sicurezza. È questo il principio che ci ha portato ad adottare le rispettive ordinanze, in piena sintonia con la compagnia dei carabinieri di Carini". 

Anche in Provincia dunque sindaci in prima linea per il decoro e la sicurezza. I primi cittadini hanno disposto anche la chiusura dei pubblici esercizi e delle attività di somministrazione all'1 durante la settimana, e alle 2 il sabato e nei giorni prefestivi. Scatta infine l'obbligo di chiusura, alle 20, per gli stabilimenti balneari su demanio marittimo che potranno però continuare a somministrare bevande all'interno: fino all'una durante la settinana e fino alle 2 il sabato e nei giorni prefestivi. Per chi violerà le disposizioni sono previste sanzioni amministrative da 500 a 5 mila euro. Nei casi di reiterata inosservanza delle disposizioni può essere disposta, dal questore o dal sindaco, la chiusura dell'attività per un massimo di 15 giorni.

"Si può continuare a godere della bellezza della nostra costa, unitamente alla fruizione dei nostri locali, bar, ristoranti, pub e gelaterie, senza necessariamente scadere in situazioni indecorose - proseguono Puccio e Nevoloso - con effetti negativi per la qualità urbana e per le condizioni di vivibilità degli spazi pubblici. C’è un popolo silenzioso che con toni miti lamenta, oggettivamente e quotidianamente, le gravi alterazioni della quiete pubblica, per la presenza di rumori molesti e musica ad alto volume in orari notturni". Ed effettivamente basta scorrere i commenti alla nota pubblicata dal sindaco di Capaci sui social per avere conferma di queste parole: "Se foste tutti più civili - commenta Ilenia Marchiafava - non ci sarebbe nessun divieto. Il problema è la maleducazione di oggi che porta a questi interventi. La notte non si può dormire, schiamazzi e corse per le strade con motori poco silenziosi o auto con musica ad alto volume, per non parlare dei fuochi d'artificio anche alle 3 di notte provenienti dal lungomare di Isola, suppongo da locali che organizzano feste. Il passato coprifuoco non autorizza al non rispetto. Quindi ben vengano i divieti". C'è però chi la pensa in modo diametralmente opposto: "Che buffonata!!! Dopo otto mesi di coprifuoco è assurdo mettere un'ordinanza del genere! La gente resta ugualmente fuori e senza locali aperti probabilmente si ottiene l'effetto contrario da quello sperato".

Secondo i due sindaci però l'iniziativa economica imprenditoriale "deve essere contemperata con l'utilità sociale, senza recare danno alla sicurezza e alla libertà di tutti i cittadini, inclusi gli anziani, i bambini, gli ammalati e tutti i lavoratori che puntano la sveglia all’alba". Puccio e Nevoloso si difendono dalle critiche: "Disporre una chiusura di 3 o 4 ore su 24, vietare la vendita di bevande nei contenitori di vetro fuori dalle pertinenze dei locali e proibire la vendita di superalcolici oltre le 23, non le riteniamo misure draconiane, anzi vanno nella direzione delle regole adottate dalle migliori località turistiche della penisola".

L'ordinanza del sindaco di Capaci 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente alcol dalle 23 e stop musica nei locali dopo la mezzanotte: Capaci e Isola mettono un freno alla movida

PalermoToday è in caricamento