Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca

Mafia e scommesse, dissequestrate cinque agenzie nel Palermitano

Il sequestro era scattato dopo l'operazione "Game Over" che, lo scorso primo febbraio, ha portato a 31 arresti. Tra questi quello di Benedetto Bacchi che, secondo quanto ricostruito dalle indagini, con l'aiuto dei boss sarebbe riuscito a monopolizzare il settore

La sala scommesse di via Montepellegrino che è stata dissequestrata

Dissequestrate cinque sale scommesse coinvolte nell'operazione Game Over che, lo scorso primo febbraio, ha fatto scattare le manette per Benedetto Bacchi e altre 30 persone. Bacchi, secondo quanto ricostruito dalle indagini, con l'aiuto dei boss sarebbe riuscito a monopolizzare il settore del gioco d'azzardo. L'operazione aveva portato anche al sequestro di 24 centri scommesse, dislocati in città e in Provincia. 

Alcune di queste attività potranno riaprire le porte perchè - come scrive il Giornale di Sicilia - la Procura ha accolto le istanze degli avvocati Valentina Castellucci e Luigi Montagliani che, attraverso una serie di documenti, hanno dimostrato l’indipendenza e l’autonomia delle agenzie e anche come tutte abbiano deciso di rescindere il contratto che le legava alla "Phoenix International Ltd", l’azienda con sede a Malta (finita sotto sequestro) della quale si sarebbe servito proprio Bacchi per fare affari milionari, in società – secondo l’accusa – anche con esponenti di Cosa nostra.

L'elenco delle sale scommesse dissequestrate:

Palermo: via Montepellegrino, 75 - conduttore Sonia Demma
Isola delle Femmine: piazza XXI Aprile, 39 - conduttore Gennaro Vescovo 
Cinisi: corso Umberto I, 18 - conduttore Natale Candela
Balestrate: piazza Rettore Evola, 16/18 - conduttore Fabiola Di Miceli 
San Giuseppe Jato: corso Umberto I°, 382 - conduttore Gabriele Crimi

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia e scommesse, dissequestrate cinque agenzie nel Palermitano

PalermoToday è in caricamento