Cronaca

Dati da brividi: due palermitani su tre non hanno un lavoro

Fa riflettere il dato che riguarda i giovani. I disoccupati sfiorano addirittura il 70%. Nel confronto nazionale, considerando le persone effettivamente occupate c'è comunque di peggio (Catania e Napoli). Palermo è messa leggermente peggio di Bari e Messina

Due palermitani su tre non hanno un lavoro. I dati diffusi dal Sistema statistico nazionale sull'occupazione, mettono i brividi. C'è però un lieve miglioramento perché il tasso di occupazione è aumentato leggermente (dal 32,3% al 34%). Ma tra uomini e donne c'è un abisso: 45% contro 25%. Ma il problema principale è il dato che riguarda i giovani. I disoccupati sfiorano addirittura il 70%. Nel confronto nazionale, considerando le persone effettivamente occupate c'è comunque di peggio (Catania e Napoli). Palermo è messa leggermente peggio di Bari e Messina.

Ma qualcosa si muove. Leggeri miglioramenti: dal 2001 gli occupati a Palermo sono infatti 10.811 mila in più, cercano lavoro 11.536 persone in meno, mentre tra i cittadini fuori dal mercato del lavoro, gli studenti e le casalinghe sono scese rispettivamente di 1.277 e 19 mila unità. Negli ultimi anni il tasso di occupazione maschile è aumentato dello 0,6%. Poca roba, sì, ma il vero balzo è quello compiuto dalle donne, "cresciute" del 4%.

Proprio nei giorni scorsi l'Arcivescovo Paolo Romeo, in Cattedrale, in occasione del Festino di Santa Rosalia, durante l'omelia aveva detto:"Sento la necessità di chiedere a Dio, per intercessione di Santa Rosalia, di guardare alla crescente disoccupazione nella nostra città. La mancanza di lavoro continua continua a gridare la "dignità offesa" della nostra Palermo, specie delle nuove generazioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dati da brividi: due palermitani su tre non hanno un lavoro

PalermoToday è in caricamento