Blitz dei vertici Rap a Bellolampo, lavoratori sotto la doccia durante il turno: chiesto licenziamento

L'amministratore unico dell'azienda, Giuseppe Norata, ha disposto dei controlli a sorpresa. E' emerso che sei operai avevano terminato di lavorare in anticipo. Il sindaco Orlando: "Sono finiti i tempi dell'Amia, quando ognuno faceva quello che voleva"

L'amministratore unico dell'azienda, Giuseppe Norata, e il sindaco Orlando a Bellolampo

I vertici della Rap fanno un blitz a sorpresa nella discarica di Bellolampo e adesso sei lavoratori rischiano il licenziamento. L'amministratore unico dell'azienda, Giuseppe Norata, ha disposto dei controlli a sorpresa ed è emerso che sei lavoratori erano sotto la doccia con tre quarti d'ora di anticipo sulla fine del regolare turno di lavoro. Per tutti è stata richiesto l'allontanamento dall'azienda. Lo riporta il Giornale di Sicilia di oggi.

"Qualcuno che si sente furbo in Rap - commenta il sindaco Leoluca Orlando - non ha capito ancora che sono finiti i tempi dell'Amia quando ognuno faceva quello che voleva. Bene colpire i fannulloni per tutelare chi fa il proprio lavoro".

Non è la prima volta che il presidente della Rap ordina controlli precisi. Questa volta è toccato ai dipendenti, in passato lo stesso Norata è sceso in strada insieme alla polizia municipale per scovare i cittadini che violano le regole della raccolta differenziata e armato di guanti ha rovistato tra la spazzatura alla ricerca di un indizio che permettesse di risalire agli indisciplinati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso a Palermo: turista di Bergamo è positiva

  • Rissa fuori dalla discoteca, ragazzo di 21 anni muore accoltellato a Terrasini

  • Coronavirus, gli spostamenti della turista bergamasca: "Ha girato per Palermo, indagini su dove è stata"

  • Coronavirus a Palermo, i contagiati tra i turisti bergamaschi salgono a tre

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

Torna su
PalermoToday è in caricamento