Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca

Bellolampo, guasto anche il Tmb mobile: in città cassonetti stracolmi di rifiuti

Dall'azienda spiegano che la situazione si potrà normalizzare già nelle prossime 24 ore. Pur rientrando in funzione, l'impianto mobile ha però una capacità di 600 tonnellate mentre in città ne vengono raccolte ogni giorno oltre 900. Chiesta l'autorizzazione per sfruttare altre discariche

Piazza Borsa - foto Bonfardino

Nuovo stop alla discarica di Belloampo, dopo il Tmb fisso si guasta anche il tritovagliatore mobile che tratta 600 tonnellate di rifiuti al giorno. La Rap spiega che, a causa di una lastra di acciaio, si è rotto il nastro trasportatore del macchinario che trasforma i rifiuti nel cosiddetto "vaglio". L'azienda al momento sta stoccando l'immondizia in un'area esterna al Tmb fisso, e cioè nella piattaforma di uscita dei rifiuti, visto che per ora l'impianto è fermo.

Intanto in molte zone della città i cassonetti sono stracolmi e si prospetta una nuova emergenza. La Rap però fa sapere che la situazione potrà rientrare nel giro di 24 ore: "Abbiamo già ordinato il pezzo di ricambio del Tmb mobile - dice Pasquale Fradella, responsabile della discarica di Bellolampo - che è già arrivato a Catania e si trova in viaggio per Palermo. Verrà montato entro oggi o domattina al massimo". Mentre per riparare il Tmb fisso si attende dalla ditta fornitrice di Novara il pezzo di ricambio. Ci vorranno altri dieci giorni, tempo necessario per la fabbricazione ex novo.

Palermo soffocata dai rifiuti | Video

Al momento la discarica scoppia di rifiuti: circa 3 mila tonnellate si trovano all'interno del Tmb fisso e l'impianto  mobile, pur rientrando in funzione, ha una capacità di trattamento pari a 600 tonnellate. Mentre in città ne vengono raccolte ogni giorno oltre 900. Ciò significa che al momento la Rap non sa come conferire la quota in eccedenza. Da qui l'appello lanciato dai vertici della società alla Regione: "Nelle more che venga riparato il Tmb fisso - afferma Fradella - abbiamo chiesto a Palazzo d'Orleans di abbancare le 300 tonnellate in eccesso in un'altra discarica. Il governatore Musumeci ha dato al sindaco Orlando la disponibiltà a reperire questo spazio in uno degli impianti che si trovano in Sicilia".

La Rap non vorrebbe però portare i rifiuti troppo lontano da Palermo, le ipotesi avanzate alla Regione sono quindi di "appoggiarsi" alle discariche di Trapani, Siculiana o Castellana. E non certamente Catania. "Per noi - conclude Fradella - sarebbe più conveniente fare trattare l'immondizia nell'impianto Tmb della ditta EcoAmbiente che si trova a Bellolampo e al momento accoglie i rifiuti provenienti da una quarantina di Comuni delle province di Palermo e Trapani".

Ferrandelli: "Azienda verso il fallimento, Orlando si dimetta"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bellolampo, guasto anche il Tmb mobile: in città cassonetti stracolmi di rifiuti

PalermoToday è in caricamento