I carabinieri a Bellolampo, troppi rifiuti e discarica verso la chiusura: rischio emergenza

A comunicarlo un dirigente della Rap dopo il sopralluogo dei militari del Noe e dei tecnici ambientali. Da stasera stop al conferimento. Vertice tra il presidente della Rap Norata e l'assessore Catania

La discarica di Bellolampo

I carabinieri del Noe e tecnici dell’Arpa a Bellolampo. A Palermo e nei Comuni che conferiscono nella discarica cittadina si rischia di sprofondare in una nuova emergenza a causa dell’accumulo di rifiuti (pare siano circa 2 mila tonnellate) in attesa della lavorazione con il Tmb nel piazzale dell’impianto. A gelare l’amministrazione nonostante il caldo torrido dell'estate appena iniziata è stata una mail firmata da un dirigente dell’Area impianti della Rap dopo l’ultimo sopralluogo: “Da stasera non potrà più essere concesso l’accesso al Tmb e alla discarica, sia ai comuni della Srr sia al Comune di Palermo, almeno fino allo smaltimento dei quantitativi in eccesso contestati al ripristino funzionale dell’impianto”. Proprio in queste ore si sta svolgendo un vertice cui hanno preso parte, fra gli altri, il presidente della Rap Giuseppe Norata e l’assessore Giusto Catania.

Nella missiva inviata dalla società che gestisce la raccolta dei rifiuti a Palermo il dirigente sottolinea come la situazione fosse stata già segnalata alle Srr e al Comune, “comunicando - si legge - che in assenza di discariche (anche Oikos recentemente autorizzata lo è solo per 80 tonnellate al giorno e quindi al di sotto dei conferimenti ricevuti) e per la saturazione dei depositi non si poteva più conferire”. Dunque sino a nuove disposizioni nessuno potrà accedere a Bellolampo e scaricare i rifiuti, come confermato in un’altra mail inviata da un dirigente Rap al Comune: “Ci scusiamo, a causa di problemi di conferimento, i compattatori non possono operare nei tempi canonici”. Bisognerà adesso che le autorità competenti chiariscano le ragioni del problema e quindi del blocco, che potrebbe essere stato causato dal mancato rispetto dei limiti imposti sulla quantità di rifiuti che sarebbe stato possibile scaricare. 

 Emergenza scongiurata a Bellolampo, la discarica resta aperta: più mezzi per smaltire l'arretrato

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento