Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Autonomia abitativa e indipendenza per 24 disabili, sì al finanziamento di due progetti del Comune

Dodici persone con disagio psichico e 12 con autismo potranno essere inserite in 4 "gruppi appartamento", in edifici pubblici che saranno ristrutturati con i fondi del Pnrr, in modo da avviare percorsi di inserimento sociale e lavorativo. L'assessore Pennino: "Una possibilità per uscire dall'isolamento e un sostegno per le famiglie"

Ammessi al finanziamento e appena avviati dal Comune, nello specifico dall'assessorato alle Attività sociali, due progetti sovvenzionati con i fondi del Pnrr che riguardano l'autonomia abitativa di 12 persone con disagio psichico e 12 con autismo, residenti nel distretto socio-sanitario 42 e in carico al Dipartimento di salute mentale dell'Asp. I finanziamenti ammontano a 715 mila euro ciascuno. 

"I due progetti - spiega l'assessore alle Attività sociali Rosalia Pennino - hanno lo scopo di favorire la vita autonoma e indipendente di 12 persone con disabilità psichica e 12 persone autistiche, attraverso la coabitazione e l'avvio di piani personalizzati di inserimento e percorsi di inclusione volti all'autonomia abitativa, all'inserimento lavorativo, alla capacità di prendersi cura di sé, sviluppando abilitazioni volte al raggiungimento dell'autosufficienza, favorendo l'uscita dalla condizione di isolamento e il potenziamento delle reti di supporto sociale, l'autostima e il sostegno alle famiglie, attraverso la realizzazione del 'dopodinoi'".

I due progetti prevedono l'inserimento dei beneficiari all'interno di un "gruppo appartamento" (4 in totale, suddivisi per uomini e donne) in due immobili pubblici individuati e da riqualificare, grazie agli stessi fondi Pnrr. Obiettivi dell'azione: autonomia e inserimento sociolavorativo (ad esempio tirocini, corsi di formazione, attività di gruppo ludico-ricreative e attività educative di base).

Alcune attività saranno tenute da équipe multi-professionali formate da operatori interni al Comune (assistenti sociali e psicologi) ed esperti esterni (assistenti sociali e tecnici della riabilitazione psichiatrica), altre in collaborazione con enti del Terzo settore, che metteranno a disposizione formatori, psicologi e figure professionali di vario genere. I due progetti avranno una durata di 36 mesi e si concluderanno entro giugno 2026.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autonomia abitativa e indipendenza per 24 disabili, sì al finanziamento di due progetti del Comune
PalermoToday è in caricamento