rotate-mobile
La storia / Zen

Un braccio totalmente immobile dalla nascita, ma corona il suo sogno: "Giocherà in una squadra di calcio"

Mathias, che frequenta la seconda media, grazie all'interessamento della Cgil Palermo e del Comune si allenerà con gli esordienti della FCD Virtus Olimpia di via Castelforte

Regalo di Natale per Mathias, un ragazzino dello Zen che frequenta la seconda media e ha la passione del calcio. Mathias Emanuel Lo Piccolo ha un braccio che non riesce a muovere totalmente sin dalla nascita. Il dipartimento politiche per la disabilità della Cgil Palermo, al quale si è rivolto un insegnante di sostegno del ragazzo, ha preso contatto con il comitato territoriale disabilità del Comune, con il referente allo Sport Tano Piraino e con l’assessora alle Politiche sociali Rosi Pennino. Ed è stato individuato il modo per dare a Mathias la possibilità di allenarsi in una squadra di calcio.     

"Dal 9 gennaio Mathias potrà allenarsi con la  squadra di calcio esordienti della FCD Virtus Olimpia di via Castelforte, grazie anche alla disponibilità dell’allenatore Alessio Cacciato – dichiara Calogero Audino,  responsabile delle politiche per la disabilità della Cgil Palermo –. Nel frattempo, durante le feste, potrà fare qualche partita con la squadra.  D’accordo con la famiglia, abbiamo portato avanti questo progetto di inclusione, inserendo Mathias  in una squadra di normodotati, anche perché il ragazzino è bravo in tanti sport, nei quali si è cimentato superando ogni difficoltà anche fisica, dalla  pallacanestro al ping pong alla pallavolo, come ha dimostrato nei progetti promossi dalla scuola. Ma è col calcio, attività in cui ha sempre giocato a livello amatoriale o fra gli spazi del quartiere, che potrà coronare il suo sogno e esprimere veramente  la sua passione per lo sport". 

Mathias a  scuola aveva potuto mostrare le proprie potenzialità e così è stato notato dagli insegnanti e dalla propria insegnante di sostegno della scuola dello Zen. Da qui il passaggio con l’assessorato Politiche sociali e l’attivazione di una rete di sostegno e di inclusione. "Si apre per Mathias Lo Piccolo - aggiunge Calogero Audino - una stagione 2023 all' insegna dello sport e alla possibilità di confrontarsi con contesti diversi e nuovi, che concorreranno alla crescita personale e comunitaria di questo giovane ragazzo, calciatore in erba. Quando fare del bene fa sempre bene".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un braccio totalmente immobile dalla nascita, ma corona il suo sogno: "Giocherà in una squadra di calcio"

PalermoToday è in caricamento