"Terremoto" alla Camera Penale, si dimettono il vice e quattro consiglieri

Hanno lasciato gli avvocati Salvino Pantuso, Antonello D’Acquisto, Angelo Formuso, Barbara Giampino e Dario Gallo. "Decisione ponderata ma obbligata innanzi alla conduzione personalistica autoritaria e autoritaria del presidente, l'avvocato Zummo"

Acque agitate alla Camera Penale di Palermo dopo le dimissioni del vicepresidente, l’avvocato Salvino Pantuso. Stessa decisione è stata presa da altri quattro consiglieri del direttivo, gli avvocati Antonello D’Acquisto, Angelo Formuso, Barbara Giampino e Dario Gallo. Cinque dimissionari su nove consiglieri.

“Si tratta di una decisione ponderata e sofferta. Una scelta obbligata ed improcrastinabile - spiega Pantuso - innanzi alla conduzione personalistica ed autoritaria della Camera Penale di Palermo da parte dell’attuale presidente, l'avvocato Vincenzo Zummo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le dimissioni certificano, secondo l’avvocato Pantuso, "la gravità della situazione che si è determinata all’interno della Camera Penale, situazione assolutamente incompatibile con lo spirito e la dignità che hanno sempre contraddistinto la storia delle toghe di Palermo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, coinvolto il cantante De Martino: morto un sessantenne

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: "Un esercito di medici per contrastare il Covid"

  • Apre a Palermo l'Antica pizzeria da Michele, dopo Napoli è l'unica del Sud Italia

  • Omicidio a Camporeale, colpi di pistola in piazza: morto un ragazzo di 26 anni

  • Maestra positiva al Covid e classe d'asilo in quarantena, i genitori: "Comunicazione arrivata tardi"

  • Gli insulti, la sparatoria in piazza e la chiamata al 112: "Questa è l'arma con cui l'ho ucciso"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento