rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Rivoluzione tv anche in Sicilia: i canali che non si vedono più e come cambia il digitale terrestre

Prosegue l'avvicinamento verso l'8 marzo, quando entreranno in funzione le nuove codifiche per la trasmissione in alta definizione: oggi canali da aggiornare in sette regioni italiane

Altri cinque milioni di siciliani dovranno aggiornare i loro canali del digitale terrestre per continuare a vederli. E' un'altra tappa di avvicinamento alla data dell'8 marzo, il giorno in cui il Ministero dello sviluppo economico (Mise) ha fissato il passaggio di tutte le emittenti nazionali alla codifica Mpeg-4, che permette la visione in alta definizione.

In particolare, oggi bisogna aggiornare i canali della televisione per continuare a vedere le emittenti locali in sette regioni italiane, tra cui appunto la Sicilia:

  • Sicilia
  • Calabria
  • Basilicata
  • Puglia
  • Molise
  • Abruzzo
  • Marche

Entro la data dell'8 marzo 2022, dunque, anche le emittenti locali dovranno passare alla codifica MPEG-4 come le emittenti nazionali, in modo che i cittadini di queste aree potranno aggiungere i nuovi canali con una nuova risintonizzazione.

Come risintonizzare i canali della televisione

Per continuare a vedere i canali basterà avviare una risintonizzazione del proprio televisore o del proprio decoder del digitale terrestre, per riagganciarsi alle nuove frequenze.

Alcuni televisori obsoleti potrebbero non essere in grado di ricevere il nuovo segnale. Per capire se bisogna acquistare un una nuova tv (o un nuovo decoder) basta controllare se si riesce a vedere i canali Rai 501, 502 o 503. Se il segnale viene ricevuto e il logo dell'emittente mostra la dicitura HD, il televisore è compatibile. In caso contrario, si dovrà acquistare un decoder o una nuova televisione.

Cosa succede l'8 marzo

Il Mise ha fissato per l'8 marzo 2022 l'attivazione in tutta Italia della codifica MPEG-4 per la trasmissione di tutti i programmi delle emittenti televisive nazionali in alta definizione;

I canali visibili in alta qualità saranno posizionati tra il numero 1 e 9 e al numero 20 del telecomando, di fatto invertendo l'attuale ordine. Ad esempio, il canale Rai 1 HD, attualmente visibile al numero 501, verrà spostato al numero 1 mentre la versione in qualità standard (SD) verrà posizionata al numero 501. Per visualizzare correttamente questi programmi basterà effettuare una risintonizzazione del proprio televisore o del proprio decoder.

Il canale di Rai News 24 seguirà invece un calendario specifico per aree geografiche (già iniziato il 3 gennaio) e proseguirà regione per regione fino all’ 8 marzo. Nel dettaglio:

  • Dal 3 gennaio 2022 in Valle D’Aosta 
  • Dal 4 gennaio in Sardegna 
  • Dal 10 gennaio in Piemonte 
  • Dal 20 gennaio in Lombardia 
  • Dal 10 febbraio in Trentino-Alto Adige
  • Dal 24 febbraio in Veneto 
  • Dal 1° marzo in Friuli Venezia Giulia
  • Dal 2 marzo in Emilia-Romagna

In ogni caso, fino al 31 dicembre 2022 le emittenti televisive nazionali potranno continuare comunque a trasmettere simultaneamente con entrambe le codifiche, ma sui numeri del telecomando da 1 fino a 9 ci saranno i canali con la nuova codifica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivoluzione tv anche in Sicilia: i canali che non si vedono più e come cambia il digitale terrestre

PalermoToday è in caricamento