Scoppia il caso rifiuti a Terrasini: "La differenziata finisce al macero", "Falsità"

A lanciare la bomba, con un post e un video, è il consigliere d'opposizione Puccio. L'assessore Cinà e il sindaco Maniaci replicano: "Solo l'organico è finito in discarica per due giorni". Ecco perchè

"La raccolta rifiuti differenziata prodotta da alcuni giorni a Terrasini (dove vige il porta a porta) viene in maniera indiscriminata conferita in discarica rifiuti come indifferenziato". A rilasciare queste dichiarazioni choc è il consigliere d'opposizione Giuseppe Puccio, capogruppo di Terrasini Futura che, a riprova delle sue parole, posta anche un video su Facebook. Le immagini, girate mercoledì 19 ottobre, mostrano dei sacchetti contenenti anche plastica e carta finire dentro all'autocompattatore. L'assessore Cinà replica: "Spesso capita che il martedì non riusciamo a prelevare tutto l'indifferenziato e quindi completiamo la raccolta il mercoledì. Per questo nelle immagini si vedono rifiuti di vario tipo. Quello che dice Puccio è falso. A Terrasini i rifiuti differenziati non finiscono al macero. Solo l'organico è finito in discarica a Bellolampo insieme all'indifferenziato per due giorni".

L'amministrazione, guidata da Giuseppe Maniaci, ha puntato quasi tutto sulla differenziata, durante la campagna elettorale e anche successivamente. Ogni giorno sulla pagina ufficiale del sindaco vengono postati messaggi in cui si spiega come fare correttamente la raccolta. L'ultimo, di ieri, spiega ai cittadini le novità. "Si avvisa la cittadinanza - si legge nel post - che il conferimento dell’organico dovrà essere effettuato con sacchetti biodegradabili e il conferimento della carta con sacchetti di carta. Se i rifiuti non saranno conferiti correttamente purtroppo verranno considerati non conformi e non potranno essere raccolti. Si confida nella collaborazione di tutta la cittadinanza per il raggiungimento di una buona percentuale di raccolta differenziata". Post che ha suscitato numerose polemiche da parte dei cittadini che non vogliono comprare i sacchetti. "Altri comuni come Trappeto hanno dato contenitori e sacchetti, adesso noi dobbiamo comprare i sacchetti e dove?, scrive M. Taormina. A chiedersi perchè debbano essere i cittadini ad affrontare questa spesa sono in molti. "Abbiamo ereditato una raccolta differenziata partita male - spiega Cinà - e le casse sono vuote quindi al momento non possiamo acquistare i sacchetti per distribuirli alla cittadinanza. Le cose cambieranno se la situazione economica del Comune migliorerà o, nella peggiore delle ipotesi, quando partirà l'Aro con Cinisi".

Angelo Cinà-2Proprio l'aver fatto la raccolta differenziata dell'organico utilizzando sacchetti non biodegradabili ha determinato che alcuni rifiuti differenziati (l'organico) siano finiti al macero? "Sì - risponde l'assessore - da Alcamo la scorsa settimana ci hanno fatto sapere che da questa settimana non avrebbero più accettato l'organico conferito in sacchetti non biodegradabili". Il mancato conferimento dell'organico ad Alcamo però è dovuto anche ad un problema economico: "Il Comune ha dei debiti con Alcamo e per questo non abbiamo potuto conferire lì' per due giorni. Già da domani hanno promesso che accetteranno il nostro organico perchè pagheremo una parte degli arretrati entro la prossima settimana".

Si è trattato dunque di problemi temporanei. "La raccolta differenziata che già si attesta oltre il 50%, sarà ancor di più potenziata al fine di aumentarne la percentuale entro la fine dell’anno. Non accettiamo che qualcuno, in maniera subdola cerchi di far passare il messaggio generico che i rifiuti siano conferiti in modo indifferenziato, perché si tratta di una falsità e perché così si denigra il lavoro realizzato dall’amministrazione e dai dipendenti Ato e lo stesso sforzo della maggioranza dei cittadini per continuare e migliorare la raccolta differenziata", dichiara l'amministrazione in una nota congiunta firmata dall'assessore Cinà e dal sindaco Maniaci.

La vicenda comunque non è chiusa. Dall'opposizione chiedono ulteriori verifiche. "Non capisco e non voglio capire anche se haimè il video sembra molto chiaro. Gli straordinari risultati raggiunti con la differenziata sarebbe questi? Non ci voglio credere. Occorrono appunto opportune ed ulteriori verifiche", commenta il consigliere Dario Giliberti.

"Domani con il mio gruppo politico -  conclude Puccio - si attiverà per capire il motivo per cui i sacrifici dei nostri concittadini vanno al macero, chiederemo i formulari di trasporto e conferimento essendo sicuri che sia il trasportatore che i dipendenti sono estranei".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Coronavirus, divieto di spostamenti tra regioni valido anche per quelle in area gialla

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Annientata la Cupola di Cosa nostra: arrivano 46 condanne, inflitti oltre 4 secoli di carcere

Torna su
PalermoToday è in caricamento