Cronaca

Varrica (M5S): "A Palermo 13 milioni per potenziare raccolta differenziata"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il Ministero dell'ambiente ha trasmesso per la firma l’accordo con la Regione Siciliana per il potenziamento della raccolta differenziata, grazie al quale si sbloccheranno risorse per oltre 18,5 milioni di euro di cui 9 saranno destinati ad interventi per la città di Palermo. Da Roma, inoltre, è giunto anche il via libera per l’utilizzo di ulteriori 4 milioni di risorse CIPE per il capoluogo.

Nel febbraio del 2019, con un question time in Commissione ambiente alla Camera del deputato Adriano Varrica (Movimento 5 Stelle), è stata chiesta e ottenuta la disponibilità del Ministero dell'ambiente ad attivare un tavolo con Regione e i tre Comuni più indietro in tema di raccolta differenziata in Sicilia: Palermo, Catania e Messina. Lo scopo della proposta era prevedere un percorso di cooperazione istituzionale per un concreto piano finalizzato al raggiungimento di obiettivi ambientali non più rinviabili. Nei mesi successivi, l’esponente del M5S ha ottenuto la convocazione del tavolo da parte del Ministero le prime riunioni, lavorando per lo sblocco di risorse previste da un accordo del 2011. 

“Il Ministero - annuncia Varrica - ha trasmesso alla Regione l'accordo la cui firma consentirà di sbloccare risorse statali per 18,66 milioni di euro, di cui 9 saranno destinati ad interventi per la città di Palermo. L'intesa è il frutto di un costruttivo lavoro da parte di tutte le strutture amministrative e dei rappresentanti istituzionali coinvolti. A tal proposito, voglio testimoniare l'impegno dell'Assessore regionale Pierobon e dell'Assessore comunale Sergio Marino nell'interlocuzione tesa a favorire l'individuazione di soluzioni. Adesso bisogna completare rapidamente tutti i passaggi amministrativi, per cui potrebbe occorrere ancora un mese”.

Oltre al finanziamento di 9 milioni per Palermo, il lavoro diplomatico del deputato Varrica ha portato anche il via libera da parte del Dipartimento per la coesione nel procedere con l'utilizzo dei 4 milioni di euro della delibera CIPE n. 69 del 2009, nelle more dell'elaborazione del Piano sviluppo e coesione della città di Palermo. “Queste somme - spiega Varrica - sono finalizzate alla realizzazione di centri comunali di raccolta e all'acquisto di automezzi, cassonetti e dispositivi per la raccolta differenziata. Abbiamo chiesto, infine, insieme al deputato regionale Luigi Sunseri, di incrementare le risorse per il bando europeo per il finanziamento dei centri comunali di raccolta che consentirebbe di recuperare ulteriori 4,5 milioni di euro per il Comune di Palermo”.  

L’anno in corso sarà dunque decisivo per il rilancio della raccolta differenziata: “Vogliamo che, grazie a queste risorse, il 2021 sia l'anno di svolta per la raccolta differenziata a Palermo - dichiara Varrica - Non possiamo perdere quest'occasione. Con tutto il Movimento 5 Stelle Palermo stimoleremo, monitoreremo e supporteremo istituzionalmente il Comune e la RAP affinché queste risorse vengano ben spese. Abbiamo avanzato il nostro piano d'intervento sul quale abbiamo trovato ampie convergenze, bisogna passare dalle parole ai fatti nell'interesse della città” ha concluso il deputato cinquestelle.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Varrica (M5S): "A Palermo 13 milioni per potenziare raccolta differenziata"

PalermoToday è in caricamento