Tommaso Natale, apre la terza isola ecologica: "Così aumenteremo la differenziata"

Comune e Rap, ancora alle prese con la crisi di Bellolampo, provano ad accelerare sul riciclo dei rifiuti. Orlando: "Basta alibi". Norata: "In via Nicoletti struttura ideale, i Ccr servono come il pane". Sì ai progetti di altri 5 centri, parte la caccia ai fondi della Regione

La Rap ricomincia da... tre. L'apertura del Centro comunale di raccolta di via Rosario Nicoletti, avvenuta oggi in pompa magna con tanto di taglio del nastro da parte del sindaco Leoluca Orlando, arriva dopo una crisi (non ancora rientrata) che tiene sotto scacco da oltre due mesi la discarica satura di Bellolampo e si pone l'obiettivo ambizioso di incrementare una differenziata inchiodata attorno al 20%. 

Le immagini dal centro di raccolta | Video

Il presidente della Rap Giuseppe Norata sa bene che i risultati non si vedranno dall'oggi al domani, ma con l'apertura di questa nuova maxi isola ecologica (dopo quelle di viale dei Picciotti e di piazza della Pace) sprona il Comune - e la sua stessa azienda - a voltare pagina nella gestione dei rifiuti. Un cambio di passo tangibile già oggi con l'approvazione in Giunta dei progetti per l'apertura di 5 nuovi Ccr più l'ampliamento di quello di viale dei Picciotti. Il prossimo centro sorgerà nella rotonda di via Oreto, a seguire apriranno via Lanza di Scalea, via Libero Grassi, via Minutilla, oltre all'allargamento di viale dei Picciotti e della stessa via Nicoletti. Mercoledì scade il bando del dipartimento regionale Acque e rifiuti per accedere ai contributi Po Fesr Sicilia 2014-2020 riservati a questo tipo di strutture. Fondi che fanno gola, visto che saranno disponibili fino a 800 mila euro per ogni Ccr, per un totale di 4,3 milioni.

In passato, Rap e Comune hanno perso l'opportunità di accedere ai fondi regionali. Il dipartimento Acque e rifiuti ha infatti "bocciato" i progetti che sono stati presentati. "Stavolta - dice l'assessore Catania, che ha firmato assieme al sindaco e al dirigente del settore Ambiente l'ordinanza per l'istituzione del Ccr di via Nicoletti - ci faremo trovare pronti. Stiamo lavorando per incrementare la differenziata e interrompere questa vergognosa attività di abbandono dei rifiuti. Vero, siamo solo a tre Ccr, ma otto mesi fa eravamo a zero. Proseguiremo con il piano per realizzare 13 Centri di raccolta". In viale dei Picciotti fino a settembre si statpo conferito un totale di 1.678.771 chili di rifiuti, la metà dei quali (il 53,35% ingombranti). Ancora bassa la raccolta differenziata di plastica (0,26%), metalli (1,11%), carta e cartone (1,60%), biodegradabili (1,68%), da parte dei 300 utenti in media al giorno che si sono recati nel Ccr. A piazza della Pace invece siamo a 473.655 chili totali, con gli ingombranti a fare sempre la parte del leone (75,78%). Nel Ccr del Borgo si registrano 150 accessi al giorno, per circa 30 mila visitatori finora conteggiati: basse le quantità di plastica (0,03%) e metalli (0,04%), va meglio con carta e cartone (8,40%).   

"Alla città - spiega Norata - questi centri servono come il pane. Tre sono ancora pochi, ne servirebbero almeno 20. Quanto meno, uno per circoscrizione". La Rap, al momento, si consola con l'apertura di via Nicoletti. "In una zona - prosegue il numero uno della Rap - ideale per colocazione e ampiezza di spazie. Ci troviamo infatti a due passi dallo svincolo autostradale. Questo Ccr sarà un punto di riferimento per un'ampia fetta di cittadini che abita tra Zen, Partanna, Mondello, Tommaso Natale, Sferracavallo e viale Strasburgo; ma sarà cruciale per gli stessi operatori di Rap. Domani infatti inizieremo la differenziata delle utenze commerciali nell'asse viario di via La Malfa e i rifiuti raccolti verranno portati qui".

Per i cittadini che conferiranno in via Nicoletti è previsto un sistema di premialità analogo a quello entrato in vigore nel Ccr di viale dei Picciotti. I rifiuti verranno pesati in una bilancia digitale e a seconda del tipo di materiale differenziato verranno assegnati dei punti. Un chilo di plastica, ad esempio, vale 20 punti, uno di carta 4, uno di alluminio 15, uno di vetro 2, mentre gli ingombranti si valutano a pezzo. Ogni 150 punti ottenuti si avrà diritto ad un biglietto Amat giornaliero del valore di 3,50 euro. Secondo le stime di Rap, ogni abitante produce 500 chilogrammi d'immondizia all'anno. "Un nucelo familiare di 4 persone potrà raggiungere in un anno fino a 5.000 punti" dice Norata, che annuncia a breve l'uscita di un calendario per il ritiro dei biglietti riservato agli utenti già in possesso di scontrini precedentemente rilasciati (oltre 60 mila).

Oggi - a prescindere dai punti - il primo cittadino che porterà i rifiuti in via Nicoletti riceverà un biglietto. Il Ccr, che si trova a metà srrada tra Tommaso Natale e Sferracavallo, sarà aperto tutti i giorni dalle 7 alle 17, più mezza giornata la domenica. Ed è attrezzato per incamerare qualsiasi rifiuto: dall'organico ai Raee, passando per ingombranti e oli esausti. "Il tempo degli alibi - dice il sindaco Orlando - è finito: i cittadini scelgano di vivere in una città pulita e non in un contesto dove si abbandonano rifiuti per strada. Puntiamo ad un Ccr in ogni circoscrizione, per arrivare poi a 20 in totale".

Il Ccr in una foto dall'alto (foto Raimondo Mancuso)

centro raccolta rifiuti via rosario nicoletti foto raimondo mancuso-2

L'obiettivo a breve e medio termine è di alzare i livelli di differenziata. "I risultati finora raggiunti sono insoddisfacenti - ammette il primo cittadino - anche se ci sono stati mille impedimenti che hanno 'distratto' Rap. Con la crisi di Bellolampo è stato inferto un colpo al 'cuore' della Rap. L'esperienza dei Centri comunali di raccolta è stata un cambio culturale per i cittadini, che hanno fidelizzato il loro rapporto con l'azienda d'igiene ambientale. La collaborazione con l'Amat è un altro segno di cambiamento verso unso stile di vita più sostenibile".

Michele Cimino, amministratore unico di Amat, aggiunge: "Siamo vicini a Rap e Comune nella battaglia per una maggiore vivibilità della città. Con l'attivazione del regolamento che consentirà ai cittadini virtuosi di avere biglietti gratuiti intendiamo incentivare il trasporto pubblico di massa, unitamente alla raccolta differenziata e alla pulizia della città". E proprio ai cittadini lancia un appello Giuseppe Fiore, presidente della Settima Circoscrizione, area in cui ricade il Ccr di via Nicoletti: "L'auspicio è che questa grande isola ecologica venga usata da quante più persone. Non ci sono più scuse: i cittadini virtuosi vanno premiati, mentre vanno inasprite le sanzioni per chi abbandona rifiuti per strada". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa fuori dalla discoteca, ragazzo di 21 anni muore accoltellato a Terrasini

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Sospetto caso di Coronavirus, mascherine e fuggi fuggi al pronto soccorso del Cervello

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

Torna su
PalermoToday è in caricamento