Cronaca

Il pentito Stefano Lo Verso rivela: “Patto tra Dell’Utri e Cosa Nostra”

Le dichiarazioni del collaboratore di giustizia di Ficarazzi aprono nuovi scenari nei rapporti tra mafia, politica e stato. Dopo le stragi ci sarebbero stati accordi politici tra il Senatore e Provenzano

Accordi politici tra Dell’Utri e Provenzano. Le nuove dichiarazioni del pentito Stefano Lo Verso stanno aprendo nuovi scenari nei rapporti tra mafia, politica e stato. Lo Verso ha parlato al processo contro il generale Mario Mori e il colonnello Mauro Obinu, imputati di favoreggiamento aggravato dall'agevolazione di Cosa nostra, davanti alla quarta sezione del tribunale di Palermo. Il collaboratore di giustizia di Ficarazzi dichiara di aver appreso da Provenzano (di cui fa il vivandiere) di accordi politici con Dell’Utri dopo le stragi del ’92-’93. Stragi che – secondo Lo Verso - costituirono la base su cui la mafia decise di appoggiare Forza Italia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pentito Stefano Lo Verso rivela: “Patto tra Dell’Utri e Cosa Nostra”

PalermoToday è in caricamento