Diabete, torna "Diaday": al via screening gratuiti in 133 farmacie del Palermitano

Quest'anno la campagna di Federfarma sarà dedicata ai soggetti già malati, per verificarne il livello di aderenza alla terapia prescritta dal medico curante. Nella precedente edizione sono stati scoperti 116 casi di diabete e 292 di prediabete. Tobia: "prevenzione fondamentale"

Da lunedì a sabato prossimi torna anche a Palermo per il terzo anno consecutivo la campagna nazionale “DiaDay” di Federfarma. Quest’anno in 133 farmacie della città e della provincia (in aumento rispetto alle 125 del 2018) il focus sarà dedicato ai soggetti già malati, per verificarne il livello di aderenza alla terapia prescritta dal medico curante.

Ogni paziente potrà sottoporsi ad un questionario anonimo, convalidato dalla comunità scientifica, e in tempo reale ne conoscerà il risultato e potrà ricevere consigli per gestire al meglio la malattia. Su www.federfarma.it si può individuare la farmacia più vicina. Nella precedente edizione palermitana, grazie allo screening sono stati scoperti 116 casi di diabete e 292 di prediabete.

“La prevenzione è fondamentale - spiega Roberto Tobia, presidente di Federfarma Palermo - soprattutto in una malattia come il diabete che ha effetti dirompenti sull’organismo e sulla vita quotidiana. Curarla male o in modo discontinuo ne aumenta gli effetti indesiderati, anche con aggravio di costi per il Servizio sanitario. Ecco perché quest’anno più che uno screening alla ricerca di nuovi casi, offriamo una verifica del rispetto delle terapie in chi già ne soffre”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’obiettivo - conclude Tobia - è duplice: confermare, qualora ce ne fosse bisogno, il ruolo sociale svolto dalla farmacia presente capillarmente sul territorio; e dimostrare alla pubblica amministrazione che la potenzialità della rete delle farmacie si estende dalla pura prevenzione alla possibile e utile collaborazione tra la nostra categoria professionale e quella degli operatori sanitari, per essere tutti insieme al fianco dei pazienti in maniera più soddisfacente per loro e con maggiore efficacia rispetto alle linee di riduzione della spesa farmaceutica pubblica. Tutto questo, ovviamente, anche in vista dei progetti della Farmacia dei servizi che partiranno presto anche in Sicilia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia morti altri tre anziani: 75 i nuovi contagi, più della metà a Palermo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento