rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Flop depurazione, allarme acque sporche: "Ingiusto pagare per un servizio inesistente"

Dopo i dati allarmanti rilanciati da Legambiente (l’Italia ha già subito due condanne da parte della Corte di Giustizia Europea) l’Unione dei Consumatori preannuncia un’azione collettiva

Ben 228 comuni su 390 in Sicilia non depurano le acque come dovrebbero o hanno una rete fognaria obsoleta o peggio ancora ne sono sprovvisti. I dati allarmanti sono stati pubblicati sul portale www.acqua.gov.it e rilanciati da Legambiente: per tali inadempienze l’Italia ha già subito due condanne da parte della Corte di Giustizia Europea. "E i cittadini pagano per un servizio inesistente", dicono dall’Unione dei Consumatori, che infatti preannuncia un’azione collettiva.

“Purtroppo si tratta di un fenomeno noto - denuncia il presidente dell’Unione dei Consumatori Manlio Arnone –   i cui pessimi risvolti incidono sia sull’ambiente sia sulle tasche dei cittadini, pagare per un servizio di depurazione inesistente è ingiusto ed illegittimo, da mesi abbiamo avviato uno studio approfondito sul caso e a breve saremo in grado di poter dare tutela a tutti coloro che hanno pagato ingiustamente, invitiamo i cittadini a segnalarci i casi limite, chiamando alla segreteria dell’Unione dei Consumatori, dal lunedì al venerdì dalle ore 09 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 19, ai numeri di telefono 0916190601 – 0919767830 – 0918439038, o ancora attraverso il nostro sito:https://www.unionedeiconsumatori.it”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Flop depurazione, allarme acque sporche: "Ingiusto pagare per un servizio inesistente"

PalermoToday è in caricamento