Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Carini

Aggiudicata gara per ampliare il depuratore di Villagrazia: sarà collegato a Cinisi e Terrasini

Consegnate le attività di indagine e progettazione per l'intervento integrato che prevede, tra le altre cose, la riqualificazione dell'impianto di Contrada Ciachea. Costo stimato circa 28 milioni

Aggiudicata la gara per la progettazione definitiva del nuovo schema fognario/depurativo per la gestione delle acque reflue di Terrasini, Cinisi e Villagrazia di Carini. "Il Masterplan degli interventi - annunciano dalla Città metropolitana di Palermo - prenderà il via nei prossimi giorni. La struttura del commissario unico per la depurazione Maurizio Giugni ha consegnato formalmente, al raggruppamento affidatario, le attività di indagine e progettazione per l'intervento integrato". Il costo complessivo stimato è di circa 28 milioni.

Finalmente si è nelle condizioni di poter superare le condizioni che hanno portato gli agglomerati di Carini, Cinisi e Terrasini ad essere inclusi nelle sentenze di condanna della Corte di giustizia europea per il mancato rispetto della Direttiva comunitaria sulle acque reflue. Nel dettaglio, infatti, l'intervento migliorerà l'impianto di depurazione esistente in Contrada Ciachea, a Villagrazia di Carini, realizzerà il pennello a mare e le reti fognarie di Villagrazia di Carini. Infine collegherà quest'ultime alle reti di Cinisi e Terrasini.

"L'intervento - ha spiegato il subcommissario Riccardo Costanza nel corso di un incontro con i sindaci dei territori interessati che si è tenuto lunedì scorso - prevederà la riqualificazione dell'impianto consortile di Carini, il rifacimento della condotta sottomarina e il completamento delle reti fognarie della zona di Villagrazia di Carini e il collettamento dei reflui di Cinisi e Terrasini. Sarà un sistema centralizzato sviluppato con la massima attenzione verso tutti i territori e con l'obiettivo primario di preservare il mare". 

“Grazie alla grande collaborazione tra istituzioni, che confermo - ha dichiarato il sindaco della Città Metropolitana di Palermo, Leoluca Orlando - e al protocollo di intesa tra Anci Sicilia e Commissario, siamo finalmente di fronte a risultati positivi per la realizzazione di un adeguato sistema idrico, utilizzando le risorse europee ed evitando le sanzioni da infrazione di tempi e procedure da parte della stessa Unione Europea erogatrice di finanziamenti”. "Un altro passo avanti per la realizzazione del depuratore consortile! Un intervento necessario - ha commentato il sindaco di Terrasini Giosuè Maniaci - volto a tutelare finalmente il mare dei nostri meravigliosi paesi!".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggiudicata gara per ampliare il depuratore di Villagrazia: sarà collegato a Cinisi e Terrasini

PalermoToday è in caricamento