Polemica sul depuratore di Carini, i sindaci a Orlando: "Ci convochi"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

I sindaci di Carini, Capaci, Isola delle Femmine e Torretta hanno inviato una nota al presidente dell’Ati idrico Leoluca Orlando con la quale ribadiscono "le perplessità del Comune di Carini e dei Comuni del comprensorio che usufruiscono dell'impianto di trattamento dei reflui di Carini in merito alla soluzione proposta dal commissario straordinario unico per il coordinamento e la realizzazione degli interventi di collettamento, fognatura e depurazione delle acque reflue urbane, Enrico Rolle, di convogliare i reflui dei comuni di Cinisi e Terrasini presso il depuratore consortile di Carini". La decisione "anche alla luce di quanto rappresentato dal Commissario Unico nella nota U-CU0087 del 22/01/2019 sulla futura gestione dell'impianto che dovrà essere attuata da un unico gestore". I sindaci hanno rinnovato la richiesta di una convocazione dell'Assemblea territoriale idrica e un incontro con il consiglio direttivo dell'Ati. Lo rende noto il sindaco di Carini, Giovì Monteleone. 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento