Screening alla Fiera, gli negano l'ingresso al drive in e prova a sfondare la barra con l'auto

I carabinieri hanno denunciato un quarantenne per danneggiamento. I kit per i tamponi dell'Asp erano finiti ma l'uomo, al volante di un Fiat Freemont, avrebbe preteso ugualmente di entrare

(foto archivio)

Nonostante la ressa che si era creata per il drive in alla Fiera, avrebbe cercato di accedere ugualmente, pretendendo di essere sottoposto al tampone. Dopo qualche attimo di tensione sono intervenuti i carabinieri della compagnia San Lorenzo che hanno fermato ieri pomeriggio un quarantenne e lo hanno denunciato per danneggiamento.

Secondo una prima ricostruzione all’uomo sarebbe stata negata la possibilità di sottoporsi al tampone. Non per "capriccio" ma perché non ci sarebbero stati altri kit a disposizione del personale sanitario. A quel punto il quarantenne avrebbe reagito tentando di sfondare la barra all’ingresso mentre si trovava al volante del suo Fiat Freemont.

Per l’iniziativa di screening avviata pochi giorni fa l’Asp ha messo in campo 30 persone tra medici infermieri, personale tecnico e sanitario. Sono stati creati tre slot con 8 postazioni che, a regime, dovrebbero garantire 150 tamponi l’ora. Sino a ieri erano stati eseguiti oltre 500 tamponi che hanno permesso di rintracciare e isolare 35 positivi asintomatici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento