Cronaca Oreto-Stazione

Zona Oreto, sotto sequestro un parcheggio e una discarica abusivi

I vigili urbani hanno constatato che, per realizzare l'area, sono stati estirpati alberi da un'area di 7 mila metri quadrati. Per fare ciò è stato invaso il terreno di un privato. Nel posteggio c'erano anche due container e cinque rimorchi colmi di rifiuti speciali

L'area da 12 mila metri quadrati sottoposta a sequestro

Avevano trasformato un'area di 12 mila metri quadrati in un parcheggio abusivo e, per farlo, hanno estirpato degli alberi di agrumi da un terreno 7 mila metri quadrati. La polizia municipale ha sequestrato nel quartiere Oreto un piazzale utilizzato abusivamente per posteggiare gli autocarri. Durante lo stesso intervento, gli agenti del nucleo di polizia urbanistico edilizia hanno sequestrato una discarica di rifiuti speciali e cinque manufatti abusivi. L’amministratore unico della società proprietaria è stato denunciato all’autorità giudiziaria.

"Per fare spazio al parcheggio - spiegano dal comando di via Dogali - avevano estirpato circa 7 mila metri quadrati di un agrumeto storico, invadendo un terreno di proprietà altrui ed utilizzando materiali provenienti da demolizioni e scarifichi". All’interno dell’area gli agenti di polizia hanno potuto constatare la presenza di due container e cinque rimorchi colmi di rifiuti speciali. Circa 500 metri quadrati di terreno erano stati invece destinati a discarica: 50 metri cubi di scarti di rottamazioni meccaniche, blocchi motori unti di sostanze oleose, pneumatici esausti, sospensioni e ganasce dismesse, materiale elettrico, ferroso e plastico di vario genere, legnami e scarti edili.

Tre i manufatti sequestrati per abusivismo edilizio: due di circa 40 metri quadrati ciascuno e uno di altri 50 metri quadrati, utilizzati per il ricovero di attrezzi e la custodia degli automezzi e due capannoni, in lamiera, con strutture in ferro fissate al suolo, l’uno esteso per circa 100 metri quadrati e l’altro per 200 metri quadrati, usati come riparo per automezzi. Denunciato all’autorità giudiziaria l’amministratore unico della società. Sono in corso ulteriori accertamenti sulla tracciabilità dei rifiuti, nei confronti della ditta operante all’interno dell’area che risulta iscritta all'Albo nazionale dei gestori ambientali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zona Oreto, sotto sequestro un parcheggio e una discarica abusivi

PalermoToday è in caricamento