Con acetone e penna cambia scadenza ai latticini, denunciato grossista a Lercara

Sotto sequestro 3 tonnellate di confezioni di latte e derivati, i cui termini minimi per la conservazione erano scaduto. A ciò si aggiungono le violazioni relative al rispetto delle norme igienico-sanitarie. Multa da 3 mila euro

I carabinieri con i prodotti sequestrati

Aveva cancellato con l’acetone l’indicazione della scadenza sulle confezioni di latte e derivati, correggendo grossolanamente la data con una penna. I carabinieri di Lercara Friddi e i Nas hanno denunciato a piede libero il 45enne S.V.F., legale rappresentate di un deposito all’ingrosso di derrate alimentari di cui non è stato fornito il nome. All'interno dei locali c’erano tre tonnellate di prodotti, sequestrate poiché il termine minimo di conservazione era scaduto. Una violazione che comporta una sanzione amministrativa per la non corretta applicazione dei sistemi e delle procedure di autocontrollo passate sui principi dell’HACCP.

"Ben più grave - spigano dal Comando - la tentata frode in commercio contestata". Utilizzando del semplice acetone per unghie e una penna aveva cercato di "estendere" la validità dei prodotti prima di immetterli nella filiera alimentare. Per queste violazioni, e per aver omesso di rispettare le norme in materia igienico-strutturale, l’uomo è stato quindi denunciato alla competente Procura della Repubblica di Termini Imerese e sanzionato amministrativamente per 3 mila euro. Gli alimenti sequestrati, ritenuti pericolosi, saranno quindi avviati alla distruzione per evitare che arrivino sulle tavole dei consumatori.

"I controlli e le indagini dei carabinieri della compagnia di Lercara Friddi e delle stazioni presenti sul comprensorio lercarese continuano. Fortunatamente - spiegano dal Comando provinciale di Palermo - l’ultimo controllo ha escluso che qualche prodotto sia stato messo sul mercato, ma non è escluso che in passato il furbo commerciante abbia piazzato merce alterata illegalmente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • Detenuto suicida in carcere, indagata per omicidio colposo la direttrice del Pagliarelli

Torna su
PalermoToday è in caricamento