menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il materiale trovato e sequestrato dalla polizia

Il materiale trovato e sequestrato dalla polizia

Armi e droga nei magazzini dello Zen 2, denunciato giovane pregiudicato

I poliziotti hanno visto in via Girardengo un capannello di persone, fuggite alla vista della volante. Uno di loro è stato fermato: addosso aveva le chiavi del lucchetto di un vano contatore dove c’erano hashish e marijuana. Trovato anche un fucile con marca a matricola abrase

Blitz della polizia allo Zen 2, trovati droga e armi in due diversi magazzini. Gli agenti hanno denunciato un giovane pregiudicato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Addosso aveva la chiave di un lucchetto utilizzato per chiudere un vano condominiale del contatore dell’acqua, all’interno del quale erano stati nascosti 51 involucri di hashish e marijuana, probabilmente lasciati lì per soddisfare le richieste "last minute" di qualche cliente. In un altro magazzino della stessa strada è stato rinvenuto un fucile con marca e matricola abrase.

Gli agenti del commissariato San Lorenzo, durante un servizio di pattugliamento allo Zen 2, hanno notato un capannello di giovani nei pressi di un magazzino di via Costante Girardengo. Alla vista della volante i ragazzi sono fuggiti in direzioni diverse, ma i poliziotti sono riusciti a fermare uno di loro. Grazie alla chiave trovata in suo possesso hanno potuto ispezionare il vano condominiale del contatore dell’acqua di un palazzo, dove era stato nascosto lo stupefacente. Inoltre nelle sue tasche c’erano 1.200 euro in contanti, "lasciando intendere come il giovane potesse essere il fulcro di una avviata attività di spaccio", spiegano dalla Questura.

Poco dopo, in un’altra zona della stessa via, è stato notato un altro capannello di persone. Il passaggio di una seconda pattuglia ha generato lo stesso effetto: i giovani fino a poco prima fermi su un marciapiede sono scappati a gambe levate. Gli agenti questa volta non sono riusciti a bloccare nessuno, ma la perquisizione del magazzino nei pressi del quale i giovani erano riuniti ha portato al ritrovamento di un’arma. Dopo l’apertura della porta blindata è stato rivenuto un fucile monocanna, smontato, con marca e matricola abrase. L’arma è stata presa in consegna dai poliziotti della Scientifica che tenteranno di capire se sia stata utilizzata in eventi criminosi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento