Lavorava in un’officina ma aveva il reddito di cittadinanza, una denuncia a Balestrate

La guardia di finanza ha sorpreso un lavoratore che non aveva comunicato la variazione della propria situazione reddituale. Sequestrata la card gialla: ora toccherà all'Inps disporre il recupero di oltre 2 mila euro

Nonostante percepisse il reddito di cittadinanza, lavorava in un’officina meccanica ma non ne aveva dato comunicazione all’Inps. La guardia di finanza di Partinico ha denunciato a Balestrate un uomo ipotizzando il reato di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche. Sequestrata la card gialla sulla quale venivano accreditate le somme da parte dell’Istituto di previdenza sociale.

"Trascorsi i 30 giorni dalla constatazione dell’impiego irregolare - si legge in una nota - i finanzieri, dopo aver verificato l’omessa comunicazione all’Inps della variazione della propria situazione lavorativa e reddituale, effettuavano un nuovo accesso presso il datore di lavoro dove veniva accertato che il soggetto in questione continuava a prestare la propria opera lavorativa all’interno dell’officina".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A quel punto le "fiamme gialle" hanno proceduto al sequestro della carta prepagata intestata al coniuge. La comunicazione è stata poi fornita all’ente per la revoca del beneficio e per il recupero delle somme indebitamente percepite, pari a oltre 2 mila euro. Continua l’impegno della finanza nel "contrasto al lavoro sommerso e a favore del corretto utilizzo delle risorse pubbliche".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia morti altri tre anziani: 75 i nuovi contagi, più della metà a Palermo

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento