Cronaca A19

Moto rubate a Catania e dirette a Palermo, fermato un furgone in autostrada

La Polstrada ha rintracciato il veicolo dalle parti di Resuttano, Caltanissetta, grazie al segnale lanciato dall'impianto satellitare installato su uno dei mezzi "scomparsi" dal capoluogo etneo. Denunciato per ricettazione un trentenne

Recuperate grazie al segnale di un impianto satellitare due moto rubate a Catania e destinate al mercato nero palermitano. Un trentenne è stato denunciato dalla polizia per il reato di ricettazione dopo essere stato fermato a bordo di un furgone lungo l'autostrada Palermo-Catania, all'altezza di Resuttano (Caltanissetta).

L'intervento degli agenti della polizia stradale della sottosezione di Buonfornello è scattato dopo la denuncia di furto presentata dal proprietario di una delle due motociclette. Il segnale Gps indicava che il mezzo si trovasse in movimento sull'A19. Le pattuglie hanno così intercettato un furgone e intimato l'alt al conducente, procedendo poi con un controllo approfondito.

"La perquisizione - spiegano dalla Questura - ha consentito di ritrovare due motocicli, tra i quali quello segnalato dall’apparato Gps. Un successivo controllo è servito ad accertare che anche l’altro motoveicolo rinvenuto era stato oggetto di furto il giorno precedente a Valverde, nel Catanese".
I legittimi proprietari sono stati invitati negli uffici della Polstrada di Buonfornello per la restituzione dei mezzi.

L’autista del furgone, un trentenne palermitano residente nel quartiere Zen, è stato deferito all'autorità giudiziaria. "Sono in corso le indagini - concludono dalla polizia - per chiarire a chi fossero destinati i mezzi rubati e ricostruire la filiera illecita che, a partire dal furto, avrebbe plausibilmente alimentato un mercato parallelo a quello delle compravendite lecite".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moto rubate a Catania e dirette a Palermo, fermato un furgone in autostrada

PalermoToday è in caricamento