Ragazzino disabile pestato e filmato dai bulli: nel video le risate degli aggressori

Dopo la denuncia presentata dai genitori della vittima la polizia di Cefalù ha individuato i responsabili. Si tratta di tre quindicenni. Così gli investigatori: "Quello che emerge guardando quelle immagini è l'assoluta, drammatica assenza di valori di questi ragazzi"

Adolescenti con contesti familiari "normalissimi" alle spalle, figli di professionisti che "in branco si trasformano in bulli" e che sembrano vivere la violenza come "un gioco". Eccolo l'identikit dei tre 15enni denunciati venerdì scorso a Cefalù per stalking, percosse, violenze, minacce e diffamazione, con l'aggravante della disabilità e della minore età della vittima.

Sono loro per gli investigatori del commissariato di Cefalù gli autori dell'aggressione a un loro coetaneo, un 14enne con una lieve disabilità, che nei giorni scorsi, in una zona di campagna non distante dalla cittadina normanna, è stato dapprima deriso e poi aggredito con insulti, umiliazioni, percosse e violenze sia psicologiche che fisiche dal branco. Un'aggressione filmata in presa diretta con il cellulare e poi postata sui social.

Proprio quel video diventato virale ha fatto scattare le indagini che hanno consentito agli investigatori di stringere il cerchio attorno ai tre bulli. La vittima viene picchiata e derisa, una voce fuori campo incita l'aggressore, lo incoraggia a continuare, a picchiare più forte e ride fragorosamente. "L'aggressione si trasforma in un gioco in cui i carnefici sembrano non rendersi conto della gravità delle loro azioni - spiegano gli investigatori all'Adnkronos -. Quello che emerge da quel video è l'assoluta, drammatica assenza di valori di questi ragazzi". E il vicequestore Borsellino adesso invita a "denunciare i casi: stop al silenzio".

Fonte: Adnkronos

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo protagonista, prevista "tempesta violenta": diramata allerta meteo gialla

  • La lettera: "Silvana Saguto ci hai tolto tutto, tu mangiavi sempre al ristorante e noi un pezzo di pane"

  • Folle serata allo Sperone, litiga con la moglie per i Sofficini e viene arrestato

  • L'arancina più buona a Palermo, gara alla vigilia di Santa Lucia: vince il Bar Matranga

  • Centro Convenienza chiude e non consegna i mobili già pagati: "Clienti truffati"

  • Un colpo di pistola in aria e poi l'assalto al portavalori, rapina da 65 mila euro a Bagheria

Torna su
PalermoToday è in caricamento