Gli fanno aprire un conto corrente e si fanno delegare per carte e assegni, denunciati

E' successo a Lercara Friddi. Un 53enne e un 24enne hanno attirato nella trappola una persona con problemi di salute per potere operare sul suo conto e utilizzare i soldi. Indagini per individuare altre vittime del raggiro

Hanno tratto in inganno un uomo con problemi di salute, gli hanno fatto aprire un conto corrente alle Poste e si sono fatti autorizzare per il rilascio di carte di credito e assegni. I carabinieir hanno denunciato a Lercara Friddi L.B.M. (53 anni) e P.R. (24 anni) per il reato di circonvenzione di incapace. Al termine delle indagini sono stati sottoposti all'obbligo di dimora nel comune di Misilmeri.

La vittima è una persona indifesa, avvicinata da suoi truffatori e convinta ad aprire un conto presso un ufficio postale di Roccapalumba. Il meccanismo, però, è stato scoperto dai militari di Lercara che adesso stanno effettuando alcuni accertamenti per verificare se e quante persone abbiano subito truffe del genere nelle ultime settimane.

Per arrivare all'obiettivo, spiegano dal Comando provinciale, è essenziale la collaborazione della popolazione "che con la denuncia dei fatti aiuterà gli inquirenti a chiarire la dinamica dell'intera vicenda, impedendo che tali episodi rimangano impuniti. A coordinare le indagini dei carabiineri il sostituito procuratore del tribunale di Termini Imerese Annadomenica Gallucci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Centro Convenienza chiude e non consegna i mobili già pagati: "Clienti truffati"

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • "Violenza sessuale su una paziente": polizia arresta un medico

Torna su
PalermoToday è in caricamento