menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sequestro di botti illegali (foto archivio)

Sequestro di botti illegali (foto archivio)

Scovata una polveriera a Bolognetta, maxi sequestro di botti illegali anche allo Sperone

Gli agenti del commissariaro Brancaccio trovato all'interno di un'ex fabbrica della provincia oltre 60 chili di materia pirica. Tolti dal mercato altri 60 chili di fuochi artificiali che erano invece custoditi in un garage di via Mariano Campo. Due le persone denunciate

Maxi sequestro di fuochi d’artificio e polvere pirica tra un garage dello Sperone e un'ex fabbrica dismessa a Bolognetta. La polizia ha denunciato la scorsa settimana F.L. e B.C., due uomini di 32 e 47 anni, per il reato di fabbricazione e detenzione di materiale esplodente, togliendo dal mercato illegale decine di confezioni di petardi, fontane, razzi, "cipolle" e altro ancora per un peso complessivo di 120 chili.

Una vera e propria polveriera è stata rintracciata dagli investigatori del commissariato Brancaccio lungo la strada che collega Misilmeri e Bolognetta. All’interno di una ex fabbrica dismessa nel 2010, in contrada Balistreri, la polizia ha trovato e sequestrato 65 chili di materia pirica con un'alta capacità infiammabile. Un vero pericolo date le condizioni in cui era stata conservata.

Al termine degli accertamenti gli agenti hanno identificato e denunciato un 47enne di Misilmeri, B.C., riconducibile a una ex fabbrica specializzata della zona che in passato produceva e riforniva mezza provincia anche per feste ed eventi pubblici. Risale a pochi giorni prima un altro servizio eseguito dallo stesso commissariatao in via Mariano Campo, in zona Sperone, dove la polizia ha trovato un garage pieno di giochi d’artificio illegali.

Il box è risultato riconducibile al 32enne F.L., già indagato per alcuni sequestri eseguiti anni fa proprio nella stessa zona. Al suo interno c’erano circa 60 chili di prodotti confezionati e custoditi dentro alcuni scatoloni. Per rimuoverli, considerata la massa attiva pari a circa 12 chili, è stato necessario l’intervento degli artificieri che valuteranno in seguito come distruggere il tutto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento