Denunciati 5 posteggiatori: "C'è chi ha occupato 30 metri di strada con cassette di legno"

Via Tricomi (davanti al Civico), piazza della Pace, largo dei Cavalieri del lavoro, via Sant'Oliva e piazza Cupani. Queste le strade battute dagli agenti di polizia che hanno sorpreso all'opera i "professionisti della sosta"

I controlli della polizia in via Tricomi

Posteggiatori abusivi che occupano decine di metri di strada con le cassette di legno, che dirigono gli automobilisti col fischietto in bocca, vicino agli ospedali o alla stazione ferroviaria. Sono cinque i “professionisti della sosta” denunciati dalla polizia e sorpresi all’opera nonostante, in molti casi, i provvedimento di Daspo urbano e gli ordini di allontanamento già emessi per loro dal Questore.

Il parcheggiatore più giovane fra quelli fermati tra ieri e oggi mentre svolgevano l’attività illecita ha 25 anni. Qualche cittadino, infastidito dalla sua presenza e dai suoi modi mentre cercava un posto in piazza Cupani, lo segnalato alle volanti di polizia direttamente tramite l’app per smartphone YouPol. In pochi minuti gli agenti sono intervenuti, lo hanno denunciato e gli hanno sequestrato la somma di 70 euro.

Ha 43 anni invece il guardamacchine abusivo identificato dagli agenti del commissariato Libertà in piazza della Pace, vicino al carcere Ucciardone. Al momento dell’intervento il posteggiatore, col fischietto in bocca, era intento a fare spazio per agevolare le manovre di un automobilista. “Durante il controllo - spiegano dalla Questura - ha riferito di essere arrivato nella piazza la stessa mattina per esercitare l’attività e per farlo aveva delimitato un tratto di strada di circa 30 metri con diverse cassette di legno”.

Altri due posteggiatori sono stati fermati rintracciati in largo dei Cavalieri del lavoro, zona via Belgio, e in via Sant’Oliva. Il primo, un uomo di 52 anni, è stato individuato dalle “Nibbio” dell’Ufficio di prevenzione generale e soccorso pubblico. Il secondo, un 52enne, è stato visto in azione a pochi passi dal Teatro Massimo. Per entrambi denuncia e allontanamento dai luoghi. L’ultimo parcheggiatore abusivo, un 39enne, aveva invece scelto via Tricomi e la zona dell’ospedale Civico per il suo “lavoro”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poliziotto della questura di Palermo si suicida lanciandosi da un viadotto

  • Incidente stradale, morta a 42 anni ginecologa palermitana

  • Incidente a Terrasini, scontro auto-moto: morto 38enne, grave una donna

  • Pestato durante una lite con la moglie, 41enne muore al Civico

  • Ferragosto tragico: si tuffa in mare e muore annegato ad Aspra

  • "Addio Lando": è morto il proprietario del Break

Torna su
PalermoToday è in caricamento