Cronaca Bagheria

Cavalla legata a una fune e trascinata con l'auto da Santa Flavia a Bagheria, due denunce

Indagati in stato di libertà due bagheresi per maltrattamento di animali in concorso. Il loro obiettivo era portare fare accoppiare l'equino, costringendolo a correre fino a destinazione senza la ferratura degli zoccoli

Hanno legato una cavalla, senza ferratura degli zoccoli, e l’hanno trascinata da un allevamento di Santa Flavia a Bagheria per farla accoppiare. La polizia ha indagato in stato di libertà due bagheresi per il reato di maltrattamento di animali in concorso. L’intervento è stato effettuato con il supporto dell’Ufficio circondariale marittimo di Porticello.

"I due soggetti - ricostruiscono dalla Questura - hanno pensato di allacciare una fune alla cavalla per trascinarla a bordo di un’autovettura fino a destinazione, incuranti della sofferenza a cui sarebbe stato sottoposto l’animale. Il tutto ad una velocità tale da costringerla ad un’andatura al galoppo, pur essendo priva della ferratura degli zoccoli".

Durante il trasporto, nonostante l’animale fosse caduto per terra e si fosse ferito alla zampa posteriore sinistra a causa della stanchezza e della strada non andata per un’andatura senza ferratura, "i due uomini - aggiungono dalla polizia - hanno proseguito nella loro riprovevole condotta". Provvidenziale l’intervento delle volanti di polizia che hanno interrotto la corsa e identificato i due uomini.

La cavalla è stata visitata dal personale dell’Asp che, riscontrando la mancanza del microchip, ha proceduto alla sanzione amministrativa e sottoposto a sequestro l’animale poi affidato in custodia al proprietario. "Se è vero che la bestialità degli animali deriva da un istinto di sopravvivenza - commentano dalla Questura - è altrettanto vero che quella degli uomini deriva da pura crudeltà".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cavalla legata a una fune e trascinata con l'auto da Santa Flavia a Bagheria, due denunce

PalermoToday è in caricamento