Cronaca Uditore-Passo di Rigano / Via Castellana

Operai ripresi mentre smaltiscono rifiuti speciali nei cassonetti, scattano due denunce

L’episodio è stato ripreso da un residente di via Castellana. Indagati per abbandono e gestione illecita di rifiuti due responsabili tecnici di Edilizia acrobatica. I carabinieri: "La collaborazione dei cittadini è un elemento imprescindibile per la lotta ad ogni comportamento antisociale"

Indagati per abbandono e gestione illecita di rifiuti due responsabili tecnici di una società edile. I carabinieri hanno denunciato due uomini di 43 e 41 anni, dipendenti della sede palermitana di Edilizia acrobatica, dopo l’episodio denunciato da un cittadino che ha ripreso due squadre di operai mentre scaricavano rifiuti in due cassonetti di via Castellana. "L’indagine di oggi - spiegano dall’Arma - conferma che la collaborazione e la sinergia tra cittadini e forze dell’ordine è elemento imprescindibile per la lotta ad ogni forma di comportamento antisociale".

La video denuncia del lettore è stata raccolta dai militari della compagnia San Lorenzo che hanno acquisito le immagini, inviate alla redazione di PalermoToday e pubblicate dalla pagina Instagram Sicilia VHS, e identificato i due dirigenti. Nel video venivano "ripresi - ricostruiscono dal Comando provinciale - sei operai di un’impresa edile intenti a scaricare diversi sacchi di scarti di lavorazione trasportati all’interno di due furgoni. L’irregolarità nella gestione dei rifiuti speciali è emersa dal fatto che gli stessi sono stati abbandonati nei cassonetti destinati alla raccolta dei rifiuti solidi urbani".

Subito dopo la pubblicazione delle immagini, Edilizia acrobatica ha diffuso una nota puntualizzando che la società "ha avviato tutte le opportune verifiche interne per accertare la dinamica dei fatti e chi siano le persone riprese nel video nell’atto di smaltire rifiuti nella città di Palermo. L’azienda desidera in primo luogo precisare che, per quanto fin qui verificato, il materiale ripreso in video è costituito da cartoni e involucri cartacei smaltiti in un cassonetto per la raccolta indifferenziata, e non da materiali di risulta di lavori edili. In ogni caso, la società è da sempre impegnata a garantire  il massimo rispetto della normativa e dell’ambiente in tutte le sue aree operative, italiane e straniere".

"Siamo abituati a non tirarci indietro e ad usare ogni momento di crisi per migliorarci e crescere sempre di più. Si tratterebbe comunque - ha commentato Riccardo Iovino, Ceo & Founder di EdiliziAcrobatica spa - di un episodio che non rispecchia l’impegno e il modo di lavorare del gruppo, che ogni mese inserisce in organico circa 40 nuove risorse umane e occupa stabilmente oltre 1300 persone. Ciò deve diventare un nuovo, importante, stimolo di miglioramento, pertanto metteremo in campo azioni ancor più incisive sul rispetto delle procedure da parte di tutte le persone che compongono la famiglia Acrobatica, partendo dall’importanza assoluta e fondamentale delle prassi e della normativa relativa all’ambiente".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operai ripresi mentre smaltiscono rifiuti speciali nei cassonetti, scattano due denunce

PalermoToday è in caricamento