menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sequestrati autolavaggi abusivi, tre denunce: "Non avevano le carte in regola"

La guardia di finanza ha riscontrato delle irregolarità nelle attività che si trovano tra Palermo e provincia. I titolari dovranno rispondere penalmente di omessa domanda di autorizzazione agli scarichi

All'esterno c'erano auto già pronte, lavate e lucidate, mentre sulle altre stavano ancora lavorando quando sono arrivati i finanzieri per un controllo. Due uomini sono stati denunciati per il reato di omessa domanda di autorizzazione agli scarichi per 3 autolavaggi, adesso finiti sotto sequestro, che si trovano in viale delle Alpi e via Giuseppe Cirincione, a Palermo, e a Casteldaccia.

I militari del secondo Nucleo operativo metropolitano del Gruppo di palermo hanno individuato la prima attività, quella di viale delle Alpi, gestita dal 55enne R.B. e per la quale era stata "costruita irregolarmente una struttura destinata al lavaggio di autoveicoli in totale assenza di qualsiasi autorizzazione", spiegano dal Comando.

Il secondo car wash si trova in via Giuseppe Cirincione, zona corso dei Mille. Su esplicita richiesta dei finanzieri di esibire la documentazione amministrativa che autorizzasse l'attività commericale, il 39enne G.M. non ha potuto esibire nulla. Né una partita Iva, né una Scia o un'autorizzazione unica ambientale.

Terminati gli accertamenti le fiamme gialle hanno applicato i sigilli in entrambi i locali sequestrando anche le attrezzature trovate al loro interno. "L’operazione - concludono dal Comando - rientra tra i compiti istituzionali propri della gardia di finanza quale polizia economico-finanziaria impegnata nella repressione delle attività commerciali abusive e a tutela degli imprenditori che operano nel rispetto delle leggi".

Stessa sorte per un altro car wash di Casteldaccia. I finanzieri della compagnia di Bagheria, insospettiti dal viavai di persone e automobili, sono entrati in un garage scoprendo un autolavaggio abusivo. Anche in questo caso il titolare è risultato sprovvisto di ogni documentazione necessaria come partita Iva, Scia e Aua.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento