menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le immagini riprese dalle telecamere a Mondello

Le immagini riprese dalle telecamere a Mondello

Mondello, borseggi in auto e furti in spiaggia: due denunce, arrestato diciassettene

L'estate è alle porte e tornano le prime rogne per i bagnanti. Dopo indagini-lampo però la polizia è riuscita a individuare due uomini dello Zen che avevano iniziato a prendere di mira le donne che viaggiavano in auto da sole

Si piazzavano tra le stradine di Mondello e attendevano il passaggio di qualche donna sola in auto, che magari avesse la borsa poggiata sul sedile lato passeggero. Poi approfittavano del momento in cui facevano manovra per parcheggiare, così da derubarle e fuggire a bordo di uno scooter senza che la vittima si accorgesse di nulla. Dall’analisi delle immagini di alcune telecamere e dalle successive indagini però, gli agenti di polizia del commissariato Mondello sono riusciti a rintracciare e denunciare due uomini. Si tratta di M.S. (43 anni) e G.S. (44), ora ritenuti responsabili per alcuni episodi di borseggio.

Le immagini del furto | Video

L’attività degli investigatori guidati da Manfredi Borsellino, da pochi giorni al comando del commissariato Mondello, è iniziata dopo la denuncia di alcuni furti messi a segno con lo stesso modus operandi. Un paio di episodi registrati nel giro di pochi giorni che stavano iniziando a mettere in allarme i palermitani che in questi primi giorni di "fase 2 tornano pian piano ad affollare le spiagge. Da qui è iniziata una prima fase tra appostamenti e servizi di osservazione che però non ha dato l’esito sperato. La svolta nelle indagini è arrivata dai video di alcuni sistemi di videosorveglianza.

"L’attenta visione delle immagini - ricostruiscono dalla Questura - ha consentito di notare una coppia di giovani che, muniti di mascherina anti Covid, erano soliti pedinare alcune automobili e assicurarsi che la conducente poggiasse la propria borsa sul sedile del passeggero. A quel punto, i ladri avevano la pazienza di attendere che l’ignara vittima iniziasse una manovra per parcheggiare l’auto. Mentre la donna era intenta nella manovra uno dei malviventi, sceso dalla moto, apriva in maniera fulminea lo sportello dal lato del passeggero e sottraeva la borsa alla malcapitata".

A nulla è servito il tentativo dei due di depistare gli investigatori indossando le mascherine anti Covid-19 e coprendo la targa del ciclomotore con uno scaldacollo. I due, residenti nel quartiere Zen e volti noti alle forze di polizia, "erano soliti - aggiungono dalla polizia - indossare quasi sempre gli stessi vestiti per compiere gli odiosi furti. Tanto è vero che la perquisizione personale dei due malviventi non solo ha consentito di rinvenire addosso diverso denaro contante, ma altresì di rintracciare e sottoporre a sequestro gli abiti utilizzati per i colpi". Oltre a questa tipologia di reato, stava tornando l’allarme anche per i furti in spiaggia.

Sempre a Mondello la polizia è riuscita ad arrestare un diciassettenne, A.R, che insieme ad altri coetanei avrebbe approfittato della momentanea assenza dei bagnanti per rubare effetti personali e denaro da borse e zaini lasciati in spiaggia. Dopo le segnalazioni di alcuni cittadini gli agenti hanno individuato e fermato il ragazzo, arginando così il fenomeno che puntuale torna ogni estate. Al termine degli accertamenti il giovanissimo è stato portato al carcere minorile Malaspina in attesa di ulteriori disposizioni da parte dell’autorità giudiziaria.

"Il consiglio della polizia di Stato - si legge in una nota - è quello di mantenere sempre alta l’attenzione, soprattutto in tempi di misure di contenimento della diffusione del Covid-19 che prescrivono a tutti i cittadini l’uso di mascherine, favorendo i piccoli criminali che possono approfittarne per occultare il proprio volto. Basta poi adottare piccoli stratagemmi, come quello di adagiare la borsa nel pianale sottostante il sedile del passeggero, sottraendola alla vista. Quando si è in spiaggia è sufficiente rendere più difficile l’opera al ladro: basta evitare di portare valori o di lasciare in custodia ai ‘vicini’ i propri effetti personali. Se necessario, avere cura di coprire con l’asciugamano o con la tendina parasole i propri averi. Ed in ogni caso, ricordare di denunciare subito l’accaduto al numero unico d’emergenza 112".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Costume e Società

Festival di Sanremo: il testo della canzone "Amare" de La Rappresentante di Lista

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento