rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Tribunali-Castellammare / Via Calderai

Picchiato all'uscita da un locale, le telecamere inchiodano gli aggressori: due denunce

La vittima si trovava in via Calderai quando si è imbattuta in un gruppetto di giovani che, senza un apparente motivo, lo aveva preso a calci e pugni. Dopo la denuncia i poliziotti hanno avviato le indagini risalendo a una Opel Corsa e a due componenti del "branco"

Era stato avvicinato all’uscita da un locale di via Calderai da un gruppo di giovani che, senza un apparente motivo, lo avevano picchiato e inseguito fino a via Roma. La polizia ha rintracciato e denunciato due ragazzi di 28 e 31 anni indagati per lesioni aggravate. L’episodio, come denunciato in commissariato, risale alla notte dello scorso 19 ottobre.

Secondo quanto ricostruito la vittima quella sera era stata in un pub. Intorno all’una e mezza era uscita per tornare a casa quando si è imbattuta nel "branco". "In un primo momento - si legge in una nota - era riuscita a divincolarsi e a fuggire ma è stata avvicinata dal gruppo di giovani". Fondamentale l’intervento di alcuni passanti e del proprietario di un pub della zona che sono riusciti ad evitare il peggio.

Raccolta la denuncia gli investigatori del commissariato Oreto-stazione hanno avviato le indagini partendo da un elemento fornito dalla vittima. "Subito dopo l’aggressione - spiegano ancora dalla Questura - i giovani si erano allontananti da via Calderai in direzione di via Maqueda, a bordo di una vettura di colore scuro".

Esaminando le immagini di alcune telecamere i poliziotti sono riusciti a risalire a una Opel Corsa che "per orario, direzione di marcia e numero di occupanti poteva essere quella indicata dalla vittima". Gli agenti hanno così rintracciato il proprietario del mezzo e identificato un secondo soggetto.

"L’individuazione fototografica e il riconoscimento da parte della vittima - concludono dalla polizia - hanno inchiodato i responsabili dell’aggressione alle loro responsabilità. Alla luce di quanto emerso i due palermitani di 28 e 31 anni sono stati indagati in stato di libertà perché ritenuti responsabili del reato di lesioni aggravate in concorso. Sono in atto ulteriori indagini per risalire all’identità degli altri complici".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiato all'uscita da un locale, le telecamere inchiodano gli aggressori: due denunce

PalermoToday è in caricamento