Coronavirus, denunciati 4 fruttivendoli abusivi: uno aveva il reddito di cittadinanza

Polizia municipale e carabinieri hanno sorpreso i venditori non autorizzati tra la statale 113 di Carini e la frazione di Villagrazia. Segnalato all'Inps un 56enne di Cinisi che percepiva il sussidio in quanto disoccupato

Le bancarelle smontate dopo l'intervento dei vigili

Fruttivendoli abusivi, Coronavirus e reddito di cittadinanza. I vigili urbani e i carabinieri di Carini sono intervenuti questa mattina tra le bancarelle degli ambulanti piazzati lungo la strada statale 113 est e a Villagrazia di Carini per controllare le licenze di alcuni venditori e verificare la ragioni della loro presenza in strada. Al termine degli accertamenti sono stati sequestrati 200 chili di frutta e verdura.

Durante il controllo interforze il personale guidato dal comandante della polizia municipale Marco Venuti e dal comandante della stazione dei carabinieri Santo Tirnetta, l’attenzione è stata posta anche sul controllo delle autocertificazioni necessarie in virtù del decreto dello scorso 11 marzo e senza le quali, in questi giorni, non è possibile stare per stare in strada.

Tre dei quattro soggetti - G.P., palermitano di 39 anni; M.M., palermitano di 22 anni, G.C., 51enne di Cinisi - sono stati denunciati perché sorpresi in strada ad esercitare abusivamente l’attività commerciale, un quarto invece per la violazione della legge che ha istituto il reddito di cittadinanza. Si tratta di F.A., 56enne di Cinisi, la cui posizione è stata segnalata anche all'Inps.

Tutti e quattro dovranno inoltre rispondere del reato previsto all’articolo 650 del codice penale, l’inosservanza dei provvedimenti dell’autorità, per la violazione del decreto della Presidenza del consiglio dei ministri che invita tutti i cittadini a restare in casa se non per situazioni di necessità per limitare la diffusione del contagio. Decreto che presto potrebbe essere superato con ulteriori provvedimenti più stringenti.

"Controllato anche un esercizio alimentari di Villagrazia di Carini - si legge in una nota - dove il titolare, in violazione delle norme del decreto, vendeva panini conditi ai clienti. Oltre lo stesso titolare sono stati denunciati anche i tre clienti del locale". Per l’attività commerciale, spiegano i vigili, scatterà la segnalazione che potrebbe portare alla sua chiusura temporanea.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Questi episodi - dice il comandante Venuti - evidenziano che purtroppo i cittadini non hanno ben compreso la gravità della situazione e le motivazioni che hanno indotto il governo ad adottare le limitazioni alla libera circolazione. State a casa! Il tempo delle scuse alle forze dell’ordine è al momento sospeso. Appena tutto sarà finito potremo tornare a giocare a guardia e ladri. Ma ora no, è il momento della serietà e della responsabilità”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Strage Capaci, Emanuele Schifani e quel papà mai conosciuto: "Non provo odio ma tanta rabbia"

Torna su
PalermoToday è in caricamento