Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Sorpresi a gettare rifiuti in strada, incastrati da "Aquila": quattro denunce a Carini

Grazie al sistema di videosorveglianza gestito dalla sala operativa, la polizia municipale ha rintracciato i responsabili dei cumuli trovati in via Vespucci e in piazza Margi. Il comandante: "Andremo avanti con l'aiuto dei carinesi che sono dalla nostra parte"

Una delle persone denunciate grazie ad "Aquila"

Sorpresi a gettare immondizia e ingombranti per strada. Gli agenti della polizia municipale di Carini hanno denunciato alla Procura della Repubblica quattro persone sorprese “in azione” in via Vespucci, a Villagrazia di Carini, e in piazza Margi, a Carini. A incastrarli le telecamere del sistema di videosorveglianza "Aquila".

"La denuncia scatta se si abbandona anche un piccolo rifiuto ingombrante. Si rischia una reclusione fino a tre anni e sei mesi. Noi - dice il comandante dei vigili urbani di Carini Marco Venuti - proseguiremo nell'azione di contrasto insieme agli ispettori ambientali della protezione civile e con l'aiuto dei carinesi che tifano per noi".

Con l’ordinanza 513/2018 il governo nazionale ha dichiarato lo stato di emergenza per i rifiuti nella Regione Siciliana e dunque, ai sensi della legge 210/2008 - spiegano dal Comando di Carini - molte violazioni solitamente sottoposte a sanzioni amministrative ora acquisiscono rilevanza sotto il profilo penale ed è previsto dunque l’arresto.

"I cittadini stiano attenti - conclude il comandante Venuti - perché non parliamo di rifiuti particolari, basta un ingombrante domestico e non di appena 0,5 metri cubi e con dimensioni superiori ai 50 centimetri per far scattare la denuncia. E gli sporcaccioni non si cullino sul fatto che, notoriamente, siamo pochi sul territorio: abbiamo il nostro sistema ’Aquila’  a darci una mano".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpresi a gettare rifiuti in strada, incastrati da "Aquila": quattro denunce a Carini

PalermoToday è in caricamento