Mercoledì, 19 Maggio 2021
(foto d'archivio)
Cronaca

Famiglie e imprese colpite dalla pandemia, si studiano misure per superare crisi e debiti

La Giunta ha approvato una delibera per la sottoscrizione del protocollo "Palermo aiuta Palermo" con gli Organismi di composizione della crisi. Previste procedure volte ad ottenere l'estinzione delle obbligazioni del debitore non assoggettabile a procedure concorsuali

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

La Giunta comunale ha approvato ieri una delibera che autorizza la sottoscrizione del protocollo d'intesa "Palermo aiuta Palermo" con gli Organismi di composizione della crisi (OCC) per l'informazione, la consulenza sulla gestione del debito e l'attivazione delle azioni propedeutiche all'accesso alle procedure di composizione della crisi. Il protocollo fa espresso riferimento ad una legge dello Stato, la numero 3 del 2012, che ha introdotto diverse procedure volte ad ottenere sotto il controllo del Tribunale l'estinzione delle obbligazioni del debitore non assoggettabile a procedure concorsuali. Per potere ricorrere a tali procedure il debitore deve necessariamente rivolgersi ad un Organismo di composizione della crisi.

Per quanto premesso il Comune di Palermo intende sostenere le imprese e i privati che a causa della crisi economica che è scaturita dall’emergenza da Covid-19, e non solo, si trovino in situazioni di sovraindebitamento che non consentono di fare ripartire le proprie attività né di far fronte in modo regolare agli impegni presi con la sottoscrizione di due schemi del protocollo d’intesa. Il primo, approvato e condiviso dall’Associazione "I diritti del debitore", dall’Ordine dei commercialisti e degli esperti contabili della provincia di Palermo, dal segretariato sociale Palermo e dall’Istituto per la coesione sociale sede di Palermo; il secondo con l’Ordine degli avvocati di Palermo.

"Con questo protocollo d'intesa – dichiara l’assessore allo Sviluppo economico, Leopoldo Piampiano - il Comune conferma l'importanza e l'urgenza di sostenere le famiglie e tutti quegli imprenditori che, a causa della pandemia, vivono una profonda crisi. Promuoviamo uno strumento fondamentale per i cittadini che si trovano in situazione di disagio economico o in crisi da debito, dando loro un servizio immediato di risposta, assistenza e consulenza. Esprimo, infine, un sentito ringraziamento agli Organismi delle composizioni di crisi e a tutti gli ordini professioni coinvolti per il loro costante impegno".

Per l’assessore alla Cittadinanza solidale, Giuseppe Mattina, "il protocollo permette di avviare delle procedure che consentiranno a molte famiglie e imprese di superare difficoltà economiche e psicologiche per poter ricominciare con la propria attività. I percorsi avranno anche una valenza di promozione della legalità per evitare che i soggetti in crisi si rivolgano alla criminalità organizzata o agli usurai per essere aiutati. L'amministrazione comunale continua il suo percorso nell'affermazione della legalità e promuove l'accesso a irrinunciabili servizi volti a difendere la vita e la dignità dei cittadini più fragili. Ringrazio infine, gli Organismi delle composizioni di crisi firmatari e gli ordini professionali coinvolti per l'attività in favore della comunità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Famiglie e imprese colpite dalla pandemia, si studiano misure per superare crisi e debiti

PalermoToday è in caricamento