Cronaca

Suolo pubblico, ordinanza del sindaco per derogare al regolamento: ecco le novità per i dehors

Il provvedimento rende "immediatamente efficaci" alcune modifiche nell'attesa che la Giunta le sottoponga al Consiglio. L'amministrazione tende una mano ai ristoratori colpiti dalla crisi generata dal Covid, Orlando: "Il rispetto della salute è premessa inscindibile della volontà di ripresa delle attività economiche"

Il sindaco emana un'ordinanza per rendere "immediatamente efficaci" alcune deroghe al regolamento sul suolo pubblico, nelle more che la Giunta le sottoponga al Consiglio comunale. Il provvedimento è stato preso per "agevolare ulteriormente il comparto della ristorazione gravemente provato a causa dell'attuale emergenza sanitaria legata al Covid". 

E' quanto si legge in una nota del primo cittadino nella quale viene evidenziata la possibilità di "occupare lo spazio esterno anche al di fuori della proiezione ortogonale del locale e anche non corrispondente alla relativa pertinenza, purché nelle immediate vicinanze; occupare la porzione di marciapiede antistante l’attività, adottando le misure di distanziamento minime previste per legge". E' inoltre prevista "l'occupazione di suolo pubblico nelle aree pedonali anche non a ridosso dell’edificio: ciò, in particolare, nelle vie il cui assetto preveda le occupazioni nelle aree centrali della carreggiata; l'nstallazione di dehors comprendenti pedane in legno al fine di superare eventuali dislivelli della pavimentazione stradale; la collocazione dei dehors senza obbligo di consenso da parte del proprietario o del locatario degli immobili vicini; la concessione del suolo anche nelle vie che dovessero essere chiuse al transito veicolare in alcune ore della giornata e limitatamente a tali ore".

"Garantire il prioritario diritto alla vita e il rispetto della salute - ha detto il sindaco Orlando - è premessa inscindibile della volontà di ripresa delle attività economiche: anche in questo caso la amministrazione comunale conferma il proprio impegno e orienta le proprie scelte. Le categorie produttive della città sono certo, ed hanno anche dimostrato, essere consapevoli e d’accordo".

Il presidente della commissione consiliare Attività produttive, Ottavio Zacco (Sicilia Futura-Italia Viva), ha espresso "apprezzamento nei confronti del sindaco per aver dato seguito alle richieste della commissione attività produttive e aver predisposto un'ordinanza sindacale che preveda, in deroga ad alcuni punti del regolamento ma nel rispetto della legge, la possibilità di avere il suolo pubblico a tutte le attività di ristorazione per svolgere la propria attività".

"Una scelta - ha concluso Zacco - che chiediamo da settimane e che non ha colore politico o meriti, ma di responsabilità e rispetto nei confronti della città e che dimostra la vicinanza di tutta la politica locale a sostegno delle attività e dei cittadini. Mi auguro che la stessa sensibilità la abbia chi dovrà decidere se riattivare o meno la Ztl da martedì; Sospensione necessaria fino a quando si completi la campagna vaccinale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Suolo pubblico, ordinanza del sindaco per derogare al regolamento: ecco le novità per i dehors

PalermoToday è in caricamento