Cronaca

Decreto Natale, la Giunta comunale sospende la Ztl sino all'Epifania

Così è stato deciso dopo il provvedimento presentato dal premier Giuseppe Conte e così sarà dal 22 dicembre al 6 gennaio. Prorogato il divieto di stazionamento in centro, possibilità di apertura con orario continuato per le attività commerciali

Sospensione della Ztl, proroga dell’ordinanza che impone il divieto di stazionamento nel centro storico e nei quartieri Libertà e Politeama, possibilità di apertura con orario continuato per gli esercizi commerciali nei limiti orari e di giorni previsti dal “Decreto Natale”. Sono i provvedimenti, già anticipati nei giorni scorsi, adottati dalla giunta comunale dopo la diretta del premier Giuseppe Conte di ieri sera. Scelte in ambito cittadino, in vigore dal 22 dicembre al 6 gennaio prossimo, che si sono rese necessarie "per contribuire - si legge in una nota inviata dal Comune - a limitare i rischi di assembramento, fermo restando che resta indispensabile, per frenare i contagi, la piena assunzione di responsabilità da parte dei cittadini che dovranno fare scelte personali per il bene proprio e dei propri cari".

"Siamo tutti molto preoccupati - ha detto il sindaco Leoluca Orlando - di fronte ad un numero di contagi che continua sostanzialmente ad essere stabile in città e nella regione e che può solo aumentare, con nuovi insostenibili lutti, se non vi saranno comportamenti più responsabili da parte di ciascuno. Il Natale e il periodo dell'Avvento devono essere momenti di gioia e speranza ed insieme di riflessione. Se vogliamo che sia così per la nostra comunità, dobbiamo necessariamente accettare alcune limitazioni, scegliere di dare priorità alla vita e alla salute. Anche perché tutta Italia si trova davanti ad un bivio, che se non saranno fatte scelte oculate e se non si terranno comportamenti sicuri, rischia di portarci ad un nuovo lockdown generalizzato, con conseguenze gravissime per tutti".

Dopo qualche ora dalla nota inviata dal Comune, il sindaco ha precisato: "Credo necessario chiarire che quanto discusso e deciso oggi dalla Giunta comunale rappresenta ciò che è possibile fare allo stato da parte del Comune, senza ricorrere a provvedimenti estremamente restrittivi.
Se la situazione in città o in alcune zone dovesse richiederlo, dovrò valutare, d'intesa col Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza, e dovrò chiedere ai Governi nazionale e regionale di valutare ulteriori misure. Dipenderà dai comportamenti dei cittadini, dalla volontà di tutelare prima di tutto la salute con scelte responsabili".

Di Dio: "Boccata d'ossigeno per i commercianti"

"La sospensione della Ztl - dice Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo - viene incontro alle richieste che le associazioni di categoria avevano avanzato al Sindaco e alla Giunta: non possiamo che essere soddisfatti per una decisione che dà valore al metodo del confronto che rappresenta da sempre un punto fermo di Confcommercio Palermo. Per il commercio palermitano si tratta di una boccata d’ossigeno in un periodo in cui anche i consumi del periodo natalizio subiranno un’ulteriore batosta per effetto delle nuove chiusure previste dal Decreto di Natale.  Ci auguriamo che, con una successiva ordinanza, il provvedimento di sospensione della Ztl possa essere prorogato anche oltre il 6 gennaio per agevolare le imprese commerciali che sono state oggettivamente tra quelle che hanno subito maggiormente gli effetti della crisi".

Confesercenti: "La sospensione venga prorogata"

"Apprezziamo la decisione della giunta comunale sulla sospensione della Ztl. Lo stop chiesto dalle associazioni datoriali al sindaco Leoluca Orlando negli scorsi giorni è stato accolto per il periodo delle festività natalizie in cui sarà in vigore il nuovo decreto legge del governo, ma ci auguriamo che la sospensione della Ztl sia ulteriormente prorogata", lo dichiara Francesca Costa, presidente di Confesercenti Palermo, che aggiunge: "Oggi più che mai è necessario adeguarsi all'evolversi della situazione sanitaria, per questo è necessario valutare passo dopo passo il risultato delle misure anti Covid introdotte e l'eventuale prolungamento dello stop della Ztl. L'obiettivo è quello di non danneggiare ancora il tessuto economico palermitano, già profondamente provato. Da questo punto di vista, come è già avvenuto in questo caso, il dialogo con l'amministrazione comunale sarà fondamentale".

Esprime soddisfazione anche il presidente di Assoimpresa, Mario Attinasi, che auspicava come Costa una sospensione della Ztl almeno fino ai primi mesi del 2021: "Avremmo preferito la sospensione della Ztl di Palermo fino alla fine della crisi sanitaria - dichiara Attinasi - accogliamo comunque con favore questo primo passo da parte dell'amministrazione comunale.  Tuttavia contiamo nel prolungamento quantomeno fino a marzo 2021".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decreto Natale, la Giunta comunale sospende la Ztl sino all'Epifania

PalermoToday è in caricamento