Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca Noce / Via Tommaso Aversa

Pianoforti e spazzatura, il conflitto tra cultura e "munnizza": "Estremi di una stessa città"

Nelle istantanee provenienti da piazza Borsa e da via Tommaso Aversa, la doppia faccia di Palermo. Il consigliere Marcello Susinno (Sc) tra i firmatari di un'interrogazione sulla collocazione dei cassonetti nel quartiere Noce: "No all'effetto discarica"

La distesa di rifiuti in via Tommaso Aversa, nel quartiere Noce

C'è tutto il "conflitto" tra cultura e decoro urbano nelle istantanee provenienti da piazza Borsa e via Tommaso Aversa. Ecco la doppia faccia di Palermo: gli "estremi di una stessa città", per usare le parole del consigliere comunale Marcello Susinno (Sinistra Comune), che mette l'una accanto all'altra le foto di piazza Borsa tirata a lucido - con tanto d'inaugurazione a ritmo di musica - dopo il recente restyling e di via Tommaso Aversa, dove la disposizione dei cassonetti crea un vistoso "effetto discarica".

"I residenti di via Aversa ritengono che l’igiene e il decoro urbano siano sono stati messi da parte" riferisce Susinno, tra i firmatari di una specifica interrogazione sulle modalità di collocazione dei cassonetti in serie: "Se ne contano circa 14, proprio a ridosso di un'area dove è già in atto la raccolta differenziata".

Il punto è proprio questo. Chi non vuole separare i rifiuti, preferisce spostarsi di qualche metro e conferirli nei tradizionali cassonetti. Basta poco quindi per trasformare via Aversa in un "tappeto" d'immondizia. "Puntuale il ricorso, come da 'protocollo', all’intervento con la pala meccanica e la conseguente frantumazione del marciapiede" afferma Susinno, che lancia un appello al sindaco Leoluca Orlando: "Occorre nominare al più presto i vertici della Rap, affinché questa e altre situazioni vengano affrontate con interventi risolutivi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pianoforti e spazzatura, il conflitto tra cultura e "munnizza": "Estremi di una stessa città"

PalermoToday è in caricamento