rotate-mobile
Cronaca

Comune, presentato il decentramento amministrativo

Alcune attività, tra cui servizi e assistenza sociale, servizi culturali e sportivi e risorse immobiliari saranno presto gestite direttamente dalle Circoscrizioni. L'assessore Giusto Catania: "Passaggio storico per la città"

Primo passo concreto verso il decentramento amministrativo. Alcune attività comunali, tra cui servizi e assistenza sociale, servizi culturali e sportivi e risorse immobiliari saranno presto gestite direttamente dalle Circoscrizioni. Si è svolta oggi pomeriggio a Palazzo Galletti la conferenza stampa di presentazione della delibera approvata in Giunta che individua quali saranno questi servizi . “Oggi – ha detto l’Assessore al Decentramento Giusto Catania - si consuma un passaggio storico: si avvia concretamente, dopo sedici anni dalla nascita delle otto circoscrizioni, il processo di decentramento individuando i primi servizi direttamente gestiti dalle istituzioni decentrate della città. Stiamo rispettando il cronoprogramma che si è dato la giunta e entro il 2013 faremo un’analisi sull’attuazione del decentramento di Palermo comparandola con le migliori esperienze attuate dalle città italiane – sottolinea l’assessore Catania - e a tal fine si sta avviando un protocollo d’intesa con l’università degli studi di Palermo per costruire un percorso di ricerca sul futuro del decentramento a Palermo".

Il sindaco Leoluca Orlando ha sottolineato che “il decentramento amministrativo è uno strumento per avvicinare le istituzioni ai cittadini e per costruire processi di partecipazione attiva al governo della città. La città policentrica comincia a prendere forma – continua Orlando - oggi si contribuisce a riconnettere Palermo con le grandi città europee che hanno attuato importanti forme di decentramento amministrativo e anche la scelta di investire in innovazione, attraverso il coinvolgimento della Sispi, contribuisce a rendere più forte la candidatura di Palermo a capitale europea della cultura nel 2019”.

In sintesi, la delibera approvata dalla giunta:

Attività e Servizi Sportivi e ricreativi in ambito circoscrizionale:
1) corsi di avviamento allo sport (CAS) per i residenti nelle circoscrizioni;
2) corsi di educazione motoria (CEM) per i residenti nelle circoscrizioni;

Servizi Sociali e Assistenza Sociale:
1) servizi residenziali e domiciliari erogati con fondi comunali, (limitatamente al rapporto tra l’Amministrazione e il cittadino con esclusione del rapporto tra l’Amministrazione ed ente gestore del servizio che rimane presso la struttura centrale);
2) servizi di integrazione economica, più precisamente, le erogazioni di sussidi, integrazioni e contributi riguardanti assistenza economica, quali: buono socio sanitario, aiuto economico per famiglie numerose o con componenti ultrasettantacinquenni, integrazione all’affitto, abbonamenti Amat e tessere Ast per categorie tutelati quali anziani e disabili, contributo per abbattimento barriere architettoniche.

Attività e Servizi Culturali:
1) Iniziative di carattere artistico e/o culturale quali: realizzazione di visite guidate ai musei, alle chiese e ad altri monumenti di interesse circoscrizionale;
2) organizzazione di eventi culturali quali: spettacoli musicali, incontri o convegni, premiazioni letterarie, mostre di arti figurative o di prodotti artigianali, inerenti all'ambito circoscrizionale, anche di concerto con autorità religiose o altri enti.
3) iniziative legate alle tradizioni quali: sagre e feste locali delle borgate marinare o del centro storico.
4) Servizi di biblioteca: tutti i servizi demografici, a partire dalla gestione delle postazioni decentrate.

Inoltre la Giunta ha previsto di modificare l’art. 29 del regolamento sul decentramento e di inviare entro trenta giorni al Consiglio comunale una proposta al fine di allargare ulteriormente le competenze delle circoscrizioni relativamente alle seguenti materie:

Servizi Scolastici ed Educativi:
1) Distribuzione buoni libro (L. R. n. 68/76) a tutti gli alunni delle scuole secondarie di primo grado statali e paritarie residenti nel Comune di Palermo; e precisamente l’assegnazione alle circoscrizioni delle competenze relative a: stampa delle cedole, (tramite Provveditorato comunale); distribuzione delle stesse all’utenza, avvalendosi della collaborazione degli istituti scolastici, l’acquisizione dalle scuole e dalle librerie della rendicontazione amministrativa e contabile necessaria per la liquidazione alle librerie da parte del Servizio Servizi Educativi.
2) Contributi relativi al diritto allo studio (borse di studio L.R. n. 62/2000 e fornitura libri di testi DPCM n. 320/99), e precisamente l’assegnazione alle circoscrizioni delle competenze relative alla gestione dell’utenza per accogliere le istanze, procedendo, successivamente, all’inserimento dei dati sul Portale della scuola.
3) Contrasto alla dispersione scolastica: viene assegnato alle competenze delle circoscrizioni il servizio di primo intervento attraverso il raccordo con le istituzioni scolastiche e le famiglie, c.d. “porta a porta”, tramite operatori comunali. Rimane assegnata al Settore Servizi Educativi l’attività di prevenzione e contrasto di natura progettuale e ai Servizi Sociali l’intervento successivo con le famiglie, quando si tratta di “casi sociali”.

Attività e Servizi Sportivi e ricreativi in ambito circoscrizionale:
1) organizzazione di manifestazioni sportive nel territorio della circoscrizione;
2) utilizzo impianti sportivi comunali;
3) gestione di impianti sportivi di interesse locale delle circoscrizioni

Risorse Immobiliari:
1) Richieste di manutenzione immobili ERP, demandando alle circoscrizioni la raccolta delle istanze di manutenzione degli utenti (assegnatari di immobili ERP) e la successiva trasmissione delle stesse agli Uffici Tecnici competenti, (Città Storica o Settore Manutenzione) e, per conoscenza, al Servizio Fitti del Settore Risorse Immobiliari;
2) Verifiche reddituali assegnatari ERP, demandando alle circoscrizioni la relativa attività di acquisizione dei documenti reddituali che ogni due anni devono essere presentati dagli assegnatari per la determinazione del canone ERP relativo all’immobile assegnato, tenendo conto degli elenchi degli aventi diritto,
aggiornato mensilmente dal Servizio Fitti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune, presentato il decentramento amministrativo

PalermoToday è in caricamento