Legalizzazione della marijuana, il comitato "Esistono i diritti" incassa il sostegno di Orlando

Fronte trasversale per dare un'accelerazione al ddl nazionale dopo la sentenza della Cassazione che ha stabilito che "la coltivazione per uso personale di modeste quantità non è reato". Il presidente D'Amico dopo l'incontro col sindaco: "E' una battaglia di civiltà"

"Una battaglia di civiltà in contrasto agli interessi della criminalità organizzata e a tutela della salute dei consumatori". Con queste parole, di pannelliana memoria, Gaetano D’Amico, presidente del comitato "Esistono i diritti", ha ribadito l'urgenza di una legge che legalizzi la marijuana. Materia recentemente discussa anche con il sindaco Leoluca Orlando, che si è impegnato a sollecitare il presidente della Camera dei deputati Roberto Fico ad attivare l'iter di discussione del disegno di legge presentato in Parlamento. 

Il comitato "Esistono i diritti", con il sostegno trasversale di rappresentanti istituzionali e politici, sta provando ad imprimere un'accelerazione all'iter del ddl "dopo la sentenza della Corte di Cassazione che ha stabilito che la coltivazione per uso personale di modeste quantità non è reato". 

"L'incontro con il sindaco è stato positivo" ha scritto in una nota il comitato sulla scorta della manifestazione nazionale dal titolo “Io coltivo. Meglio legale”, organizzata lo scorso mese davanti a Palazzo delle Aquile. All’evento hanno partecipato cittadini, consiglieri comunali, componenti della Giunta Orlando e attivisti radicali. Adesso l'incontro con il primo cittadino da parte di una delegazione composta da Gaetano D'Amico, Pino Apprendi, Alberto Mangano, Antonino Martorana e Marco Feo. Orlando ha ricordato che nel 2016 ha anche inviato una lettera ai presidenti di Camera e Senato, per informarli della presa di posizione favorevole dell'allora Consiglio comunale di Palermo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Nuovo Dpcm "spacca weekend" e spostamenti vietati: si cambia colore tra sabato e domenica?

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Musumeci chiede la zona rossa a Conte: "Altrimenti firmo io l'ordinanza"

  • Nuovo Dpcm: Governo conferma l'ipotesi dello stop all'asporto per i bar dopo le 18

  • La quindicenne costretta a prostituirsi: "Mi davano anche 150 euro a rapporto, ero un oggetto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento