Il Questore: “Bene la lotta alla mafia, ma c’è ancora tanto da fare”.

Nicola Zito si dice contento del risultato ottenuto sui crimini accertati per il reato di associazione di stampo mafioso (+200%), un po' meno sulle estorsioni calate del 47%

Il questore Nicola Zito

Non usa frasi ridondanti e ammalianti il questore Nicola Zito per commentare i dati che il corpo della polizia di stato ha ottenuto per il 2012. “Questo – spiega lui stesso – non perché non sia orgoglioso di ciò che è stato fatto con il massimo impegno e la massima serietà, ma solo perché un questore soddisfatto è un questore praticamente fallito. E’ necessario guardare oltre e pensare che è possibile e necessario fare di più e sempre meglio”.

Zito si dice contento dell’ottimo risultato dei suoi uomini ottenuto sui crimini accertati per il reato di associazione di stampo mafioso (+200%) un po’ meno sulle estorsioni calate del 47%. “Questo significa – spiega – che la primavera di rinnovamento di Palermo, continua, il trend è sempre positivo, tuttavia non è esattamente un fiume impetuoso come si potrebbe sperare”.

Sulla lotta alla mafia, però, non è il caso di fare previsioni: “Non è possibile dare una scadenza, una data in cui saremo certi che la mafia sarà sconfitta. Quello che posso dire con massima sicurezza, però, è che il corpo d’eccellenza della polizia, la squadra mobile è  un reparto forte, ben coordinato che lavora continuamente e senza pause”.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trabia, matrimonio da incubo: sposa investita dalle fiamme durante il flambè di benvenuto

  • Tragico incidente in via Roma, scontro auto-moto: un morto

  • Chiudono il negozio mentre sono in camerino, mamma e figlia bloccate per 2 ore da Ovs

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Coronavirus, 61 i nuovi casi in Sicilia: a Palermo un'altra vittima e un neonato contagiato

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento