Cronaca Brancaccio / Via Portella Ginestra

Blitz alla fermata del tram, vandali bloccano un mezzo e lo imbrattano con le bombolette spray

E' successo martedì sera in via Portella della Ginestra. Una persona si è piazzata davanti a una vettura della linea 1 per impedire che ripartisse, mentre altre tre hanno verniciato una fiancata e sono scappati prima della polizia. Dall'Amat: "Questi episodi colpiscono l’innovazione e indeboliscono la città"

Hanno bloccato un tram che stava attraversando i quartieri Sperone e Brancaccio e lo hanno imbrattato con le bombolette spray. E' successo martedì sera in via Portella della Ginestra, alla fermata Bione. Quattro giovani con felpe scure e incappucciate, almeno una delle quali indossava una maschera di Guy Fawkes (il personaggio protagonista del film “V per vendetta”), hanno danneggiato un mezzo della linea 1 dipingendo una fiancata con della vernice colorata. Un danno da migliaia di euro che si somma ai disagi per l’assenza temporanea della vettura che è stata portata in deposito per le operazioni di ripristino.

Secondo una prima ricostruzione il conducente del tram, a bordo del quale c’erano diversi passeggeri, è stato costretto a restare alla fermata da uno dei quattro che si era piazzato davanti alla vettura mentre gli altri completavano “l’opera”: un murale con due lettere a caratteri cubitali e il tag di un writer. Nonostante ciò il dipendente Amat è riuscito a lanciare l’allarme tramite il 112. All’arrivo della polizia però, dei responsabili non vi era più traccia. Gli investigatori del commissariato Brancaccio hanno raccolto la denuncia dell’autista e dell’azienda che gestisce il trasporto pubblico in città, acquisendo le immagini riprese dalle telecamere del tram e da altre installate nella zona.

“Ci auguriamo che quanto prima - spiega a PalermoToday Marco Pellerito, direttore dell’esercizio tranviario dell’Amat - si riesca a individuare questi soggetti che danneggiano l’azienda e l’intera comunità. Nel recente passato abbiamo subito altri danneggiamenti. Penso ai lanci di pietre contro autobus e tram, alla vandalizzazione delle pensiline o degli arredi nei vari capolinea e altro ancora. Questo però è un fenomeno nuovo e abbiamo bisogno dell’aiuto delle forze dell’ordine, alle quali va il nostro ringraziamento per il lavoro costante sul territorio, e dei cittadini onesti. Episodi del genere colpiscono l’innovazione e indeboliscono la città. Anche questa volta purtroppo è successo tra Sperone e Brancaccio, quartieri composti per la stragrande maggioranza da persone perbene e che rappresentano la metà dei nostri viaggiatori su quella linea”.

Alla fine dello scorso settembre la polizia ha denunciato tre ragazzini per danneggiamento, attentato alla sicurezza dei trasporti e interruzione di pubblico servizio. I giovanissimi sono stati individuati al termine delle indagini avviate dopo quattro sassaiole avvenute in pochi giorni nella zona di via Leonardo Da Vinci. In occasione dell’ultimo episodio le volanti sono intervenute in via Casalini rintracciando dei giovani che, vedendo gli agenti, erano scappati e avevano scavalcato una recinzione per accedere in un terreno per tentare la fuga. Fondamentali le immagini riprese dalle telecamere che hanno confermato i sospetti degli investigatori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz alla fermata del tram, vandali bloccano un mezzo e lo imbrattano con le bombolette spray

PalermoToday è in caricamento