rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Baida, lo strano suicidio di Daniela Rincione: "Amava la vita, non si sarebbe mai uccisa"

La vicenda della mamma cinquantenne palermitana è stata affrontata anche ieri sera nel programma "Chi l'ha visto?". I familiari vogliono sapere cosa è successo

Un suicidio strano, che lascia tanti punti interrogativi. Ha i contorni del rompicato la tragica fine di Daniela Rincione, mamma 50enne di Palermo di due figlie adolescenti, morta nel dicembre 2018. Il caso in queste settimane è stato affrontato a "Chi l'ha visto?". L'ultima volta ieri sera, quando il programma Rai ha ascoltato anche la sorella e un'amica della donna e la versione del compagno.

Daniela Rincione si sarebbe suicidata in circostanze particolari nel suo piccolo appartamento di Baida dove si era trasferita dopo essersi separata dal marito per poi andare a vivere col suo nuovo compagno. Il condizionale è d'obbligo perché la vicenda presenta tanti punti oscuri. La sera del 14 dicembre del 2018 Daniela era con le sue figlie a cena e con loro c’è anche la sorella Laura. Ventiquattro ore dopo però, nel cuore della notte Enzo, marito di Laura, riceve una telefonata dal compagno di Daniela Rincione. Una volta arrivati nell'appartamento di Baida si sono trovati davanti a un divano sul quale era sdraiata la donna, senza vita. Accanto all’angolo cottura una scala aperta e a terra una corda.

"Mia sorella non l’avrebbe fatto mai questo gesto, primo perchè amava molto i figli": ha detto ieri la sorella Laura. Stesso pensiero espresso da un'amica. Quella notte c’era una sola persona con lei, il nuovo compagno Francesco, vigile del fuoco esperto in speleologia. "Una sola verità lui non ha mai raccontata", dice Elisa, un'amica. L’uomo infatti avrebbe fornito diverse versioni su quanto accaduto.

Nella prima racconta di aver trascorso la serata con Daniela, poi lui si è addormentato sul divano cadendo in un sonno profondo fino alle 2 di notte (una vicina però racconta che intorno alle 22.40 aveva sentito i due compagni litigare) e che quando si sarebbe svegliato, ha raccontato l'uomo, si è accorto che la compagna si era suicidata impiccandosi. Poi però non aveva chiamato i soccorsi. Una versione cambiata 24 ore dopo quando l'uomo ha parlato con Enzo, il cognato poliziotto al quale ha raccontato un’altra storia. Durante questo incontro dice infatti che la scala non c'entra nulla e parla di una trave in cucina. L'uomo, nella puntata di ieri di "Chi l'ha visto?", davanti alle telecamere ha cercato di smarcarsi, e incalzato sul fatto di non aver chiamato le forze dell'ordine, ha detto: "Non è una situazione bella, ho chiamato il cognato che comunque è un poliziotto. Mi sono impallato".

Franesco è stato il primo amore di Daniela Rincione. Lei aveva 14 anni quando si era innamorata di lui. Una storia finita però presto, in età giovanile. Ma dopo oltre 30 anni, i due avevano riallacciato i rapporti. "Mi aveva detto che aveva ritrovato l’amore della sua vita", ha detto la sorella Laura ai microfoni di "Chi l’ha visto?". La relazione, infatti, all'epoca non si era interrotta per sua volontà: ancora adolescente, era stata costretta a lasciare il ragazzo che, a detta del padre, non era la persona giusta con cui costruire una famiglia. Felici di aver ricevuto una seconda possibilità, i due avevano ripreso a frequentarsi regolarmente. Ma tutto è finito in quella tragica notte del 14 dicembre 2018.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baida, lo strano suicidio di Daniela Rincione: "Amava la vita, non si sarebbe mai uccisa"

PalermoToday è in caricamento