rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

"Da Palermo alla Sicilia, fare luce sul traffico illegale di animali": il monito di Rivoluzione animalista

Così, in una nota, il segretario nazionale del partito politico Rivoluzione Animalista, Gabriella Caramanica.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“In una Italia dove non manca criminalità e illegalità, anche in Sicilia purtroppo non dovrebbe essere surreale pensare che siano presenti traffici illegali di animali, esotici e randagi. Una piaga confermata anche dalle cronache mediatiche e giudiziarie. Reputiamo dunque improcrastinabile e urgente che gli enti competenti facciano piena luce su eventuali sistemi malavitosi, legati al malaffare animale. L’intento di Rivoluzione Animalista in questa fase delicata è quello di accendere i riflettori sul sistema criminale che da anni in terra siciliana si sente intoccabile tanto da operare i propri traffici alla luce del sole, utilizzando sempre più spesso delle coperture che coinvolgerebbero inconsapevolmente migliaia di persone: sistema che vedrebbe la Sicilia come fulcro centrale per poi investire il territorio nazionale ed estero. E’ necessario dunque svelare le tratte che questi traffici seguirebbero, dove si annida l’ombra del malaffare e il business del finto animalismo. Crediamo fortemente che sia giunto il momento di provarci e che i tempi siano maturi per accendere l’attenzione su tutte queste tipologie di illeciti: dai canili lager al falso associazionismo, fino al traffico illegali dei cani randagi e di razza. Per troppo tempo lo Stato italiano ha permesso a determinate realtà di agire incontrastata e troppe volte si è concesso il lusso di farci arretrare, senza considerare che spesso proprio dalle proprie paure si trova il coraggio di andare avanti e di dire basta. E, in tal senso, Rivoluzione Animalista dice basta a tutti quei pericolosi fenomeni sociali che fanno soldi sulla pelle di migliaia di poveri animali. Auspichiamo che anche le istituzioni siciliane, dalla Regione ai Comuni, siano dalla parte nostra e di quella di tanti cittadini che hanno a cuore legalità e benessere animale”. Così, in una nota, il segretario nazionale del partito politico Rivoluzione Animalista, Gabriella Caramanica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Da Palermo alla Sicilia, fare luce sul traffico illegale di animali": il monito di Rivoluzione animalista

PalermoToday è in caricamento